Breve compendio degli sprechi delle amministrazioni guidate dalla Sinistra

La sinistra fa propaganda, di questi tempi, sui tagli che la Finanziaria varata dal centrodestra “provocherebbe” alla spesa sociale.
La “guerra dei numeri”, si sa, fa molta presa, ingenera timori nell´opinione pubblica, condiziona il voto degli elettori, ed è facile da orchestrare: il cittadino non può verificare la veridicità  dei dati.
Per fronteggiare, quindi, questa “guerra dei numeri” il centrodestra ha reagito, grazie all´iniziativa dell´eurodeputato di Forza Italia ed economista Renato Brunetta, con la creazione di un sito:
http://www.sprechirossi.it/ Si tratta di un sito di parte, di Forza Italia appunto, noi ve lo diciamo chiaramente, ma vi invitiamo a visitarlo comunque, anche se siete di sinistra. A voi poi giudicare i numeri e gli sprechi descritti.
In ogni caso vi elenchiamo una parte delle spese folli o stupide che la Sinistra ha prodotto nelle città  italiane. Iniziamo.
La Regione Campania dal 2003 (e fino al 2008) spende 500 mila euro l´anno per l´affitto della sede di rappresentanza a New York. La cosa singolare è che con 3 milioni di euro (500 mila euro l´anno per 6 anni) avrebbe potuto acquistarla e non l´ha fatto. Non solo. Quando Sandra Lonardo, Presidente del Consiglio regionale campano, nonché moglie di Clemente Mastella, è stata a New York presso questa sede, c´erano solo due dipendenti che non sapevano cosa fare. Ha infatti dichiarato la Lonardo: “Alla conferenza stampa eravamo noi e le sedie: niente giornalisti, niente buyer”. Proprio una bella conferenza stampa, non c´è che dire!
Sempre a Napoli, un gruppo di sinistri occupa da anni un locale, noto come Officina 99. Rischiava lo sfratto perché l´immobile era di proprietà  di un privato, e il Sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino cos´ha fatto? Con una delibera, la 2472 dell´11 luglio 2005 ha acquistato l´immobile, per 1.543 milioni di euro ( circa 3 miliardi di vecchie lire). E poi la Iervolino lamenta i tagli della Finanziaria? Ancora.
Enrico Gasbarra, Presidente della Provincia di Roma, nonché esponente politico che dalla manifestazione a Piazza del Popolo lamentava i tagli causati dalla Finanziaria di centrodestra, ha invece regalato 60 mila euro al governo cubano, per aggiustare l´aria condizionata della Casa della Cultura dell´Avana. Ma Veltroni non si crucciava per il fatto di non poter più accendere i lampioni? Poi c´è il capitolo consulenze.
Sono nel 2003 sono state 350 mila, per una spesa totale di 950 milioni di euro (circa 1900 miliardi di vecchie lire!). E anche a sinistra, questo ricorrere facilmente alle consulenze, come mezzo per fare clientele, ha creato parecchie accuse di immoralità  e molto disagio.
Nei confronti, poi, di 3 Presidenti di Regione di centrosinistra, Bassolino, Marrazzo, e Nicki Vendola, c´è poi ancora altro da dire.
Marrazzo ha portato gli assessori da 12 a 16, le commissioni da 14 a 24, il personale della sua segreteria da 137 a 177 persone, i collaboratori da 253 a 292.
Bassolino, invece, ha creato 12 commissioni speciali, compresa una sul mare, ed una sul Mediterraneo. I presidenti di queste commissioni, oltre al normale stipendio, percepiscono 1800 euro al mese in più.
Nicki Vendola, poi, ha portato il suo stipendio ad essere il più alto tra tutti quelli percepiti dai Presidenti di Regione, 24.619 euro al mese per l´esattezza (bel comunista!), il doppio percepito dal Presidente di centrodestra della Regione Lombardia, Formigoni, il quale percepisce 12.434 euro al mese.
Ancora sulle consulenze vogliamo spendere poche parole conclusive.
In Emilia Romagna c´è un consulente per le sardine, in provincia di Trento c´è un consulente che studia “le sinergie intellettuali per la botanica del Monte Baldo”. Al comune di Roma c´è il consulente per le creme solari, in Toscana c´è il consulente che per 100 mila euro analizza “la spiritualità  femminile”.
Come dire amici cari, non fatevi prendere per i fondelli, i vostri amministratori di Sinistra spendo e spandono allegramente. E poi se la prendono con Berlusconi. Attenti.
Noi vi diciamo solo, che tra le tante cose, la Finanziaria del centrodestra prevede: la riduzione del 10 per cento dei guadagni di tutti i politici eletti, la riduzione di consulenze e di auto blu, lo stanziamento di 140 milioni di euro per le famiglie. Quest´ultima somma prevede anche un nuovo bonus di 1000 euro per il secondo figlio, e la “quattordicesima” per i pensionati al minimo, pari a 540 euro, che verrà  pagata a gennaio. E ve lo diciamo solo per completezza d´informazione.

2 Responses to "Breve compendio degli sprechi delle amministrazioni guidate dalla Sinistra"

Leave a Comment