Caruso: il sovversivo che tra qualche mese guadagnerà  20.000 euro al mese

Riportiamo dal Corriere della Sera:

«Fanno bene, Fassino e Prodi e tutti gli altri, ad aver paura della mia candidatura. Perché sarò un virus che metterà  in discussione i loro privilegi. Sarò il grimaldello dei disoccupati, degli emarginati, dei senzacasa. Meglio essere uno di Hamas all’italiana, che un Mastella alla palestinese». Hamas? Lei evoca i kamikaze… «Li evoco, e allora? Non mi sento di giudicarli. Il kamikaze, in fondo, è una forma di disperazione sociale». Lei dice cose molto dure, e discutibili. «Il mio universo di riferimento non è quello dei D’Alema, dei Rutelli, dei Fisichella». L’altro giorno ha preso un caffè con il presidente di Confindustria, Luca di Montezemolo. «Ha pagato lui». Casarini, leader no global del Nord-Est, la giudica, però, un traditore: «Traditore di cosa? Io continuerò a stare nei centri sociali, per occupare case, bloccare binari, arrampicarmi sugli alberi e…». E cosa, Caruso? «Mi piacerebbe anche riuscire a sciogliere il Ros, il Reparto operativo speciale dei carabinieri. Gente pessima. Mi sbaglio o sono indagati per un giro di droga?».

Ma vai a lavorare imbecille di un sovversivo, invece di “sistemarti” con i 20.000 euro al mese che ti pagheranno i proletari veri!

° 

Leave a Comment