In memoria di Nicola Calipari, un galantuomo

E´ passato un anno dalla morte di Nicola Calipari, l´agente dei Servizi Segreti Italiani morto in Iraq per salvare la giornalista del Manifesto Giuliana Sgrena, rapita da un gruppo di terroristi.

Calipari era riuscito a liberare Giuliana Sgrena. Viaggiavano in un auto per raggiungere l´aeroporto. D´improvviso una raffica di colpi: Calipari è seduto accanto alla Sgrena, nemmeno un secondo d´esitazione. Con il suo corpo protegge la giornalista.
La salva. In silenzio. Diligentemente. Rispondendo ad un imperativo categorico morale che non s´improvvisa.

Fa il suo dovere, solo quello: proteggere la donna che era venuto a riportare in Italia.

Un galantuomo. Un Servitore della Patria.

Una persona da ricordare e da ammirare. Una persona sulla cui morte, vergognosamente, non si hanno ancora certezze.

A te Nicola, come a Paolo Borsellino, sarà  dedicato questo Blog.

Leave a Comment