Per il Ministro Mussi i tagli a scuola e università  sono macelleria sociale

Fabio Mussi foto

Sui tagli a scuola e università , previsti dalla Finanziaria, è intervenuto il Ministro Fabio Mussi.° ° 

Il suo tono è irato:

Il partito metta il suo peso per una correzione perchè non penso che questo governo possa presentarsi come quello che fa una politica che si allontana dagli obiettivi di Lisbona. Certo questo ministro non è disposto ad assumersi questa responsabilità “.

Si sta alzando un’onda ripida di delusione nel mondo della scuola e della ricerca dove altissime erano le aspettative. Attenti perchè se si delude qui le conseguenze possono essere pesanti“.

La missione della nostra coalizione è quella di una politica volta a creare lavoro buono, portare giustizia sociale e innovazione, scienza, cultura, ricerca. In questa Finanziaria ci sono innovazioni di sistema importanti ma è insostenibile la parte che riguarda l’università  dove noi aggiungiamo 94 milioni di euro e, con un’inflazione al due per cento e una crescita oltre l’uno ne togliamo 150, tagliando nei consumi intermedi“.

Da luglio provo a dirlo in tutti i modi e trovo un muro. Ma queste non sono scelte che possono stare in mano ai tecnici“.

A questo punto, caro Mussi, se questi tagli da macelleria sociale dovessero passare, lei, per rimanere coerente alle sue parole, dovrebbe dimettersi.

Anche perché c´è già  Di Pietro a minacciare dimissioni che però non arrivano mai!

Non vorremmo che il numero dei pagliacci di questo governo salisse a due!

Unione Mussi Finanziaria 2007

° 

Leave a Comment