Roberto Saviano, la sinistra e le collusioni con la Camorra

Roberto Saviano foto

Roberto Saviano è l´autore del fortunato libro “Gomorra”.° 

Quello in cui si narra cosa sia la Camorra oggi.

Il giovane scrittore campano, viene qui in rilievo per alcune dichiarazioni.

Che meritano attenzione perché squarciano un velo di ipocrisia:

C´è una parte politica che non vuole rendersi conto che non è immune, che non vuole rendersi conto che non è soltanto dall´altra parte, il problema“.

La parte politica cui si riferisce Saviano, ovviamente, è il centrosinistra. Quello che da più di 12 anni governa la Campania (così come la Calabria).

E ricordando come ci siano 91 comuni sciolti per Camorra (e 70 per ‘Ndrangheta), aggiunge che:

Campania e Calabria sono state determinanti per vincere le ultime elezioni, come lo era stata la Sicilia l´altra volta. Questo è un dato da non dimenticare mai“.

E ancora:

Sono regioni gestite dal centrosinistra da 12 anni, più o meno. Una gestione che la passata generazione riteneva essere la conditio sine qua non per la lotta alla mafia. Quella generazione pensava che la mafia guardasse solo una parte politica: è un errore gigantesco“.

La collusione tra centrosinistra campano e criminalità  organizzata è un fatto noto. Appurato.

Ad eccezione della grande stampa che – chi sa come mai – al riguardo non parla, è nota anche ai politici di sinistra.

Che – almeno ogni tanto – minacciano di uscire dalla giunta guidata da Bassolino (anche se poi non lo fanno).

Cesare Salvi di Sinistra democratica, ad esempio:

Che ci facciamo in quelle giunte del Sud?“.

Ma anche Giovanni Russo Spena, di Rifondazione comunista:

Noi dalla giunta campana ce ne eravamo già  andati prima delle elezioni e non escludo che in futuro si potrebbe riproporre lo stesso scenario. La situazione è difficile perché non si tratta solo di una questione locale. Se non si dà  una forte svolta al governo del Meridione ci saranno conseguenze più vaste nel nostro elettorato che è molto sensibile alla questione morale“.

Ovviamene sono solo chiacchiere, perché Bassolino gode ancora dell´appoggio dei partiti di cui sopra.

In ogni caso, le parole di Saviano hanno incoraggiato anche qualche sonnecchiante leader campano del centrodestra.

Come Marcello Taglialatela:

Dalle analisi di Roberto Saviano, che giustamente afferma che la sinistra non vuol capire di non essere immune rispetto al problema camorra, giunge la conferma alle nostre denunce“.

In Campania ed in particolare a Napoli e provincia il centrosinistra ha dimostrato in molte occasioni di aver abbassato la guardia rispetto alla criminalità  organizzata che è riuscita a curare i propri interessi mediante l´infiltrazione nella vita politica ed amministrativa“.

Il centrosinistra in molti Comuni è colluso con la camorra e questo come Alleanza Nazionale lo abbiano denunciato in molte occasioni portando fatti ed elementi concreti a sostegno delle nostre accuse. In molte circostanze, nelle amministrazioni guidate dal centrosinistra, è emerso uno spaccato pericoloso per la legalità  e la trasparenza delle Istituzioni visto il torbido intreccio esistente tra gli interessi criminali e la politica locale“.

Le parole di Roberto Saviano non fanno che confermare i nostri rilievi: la coalizione che governa Napoli e la Campania dovrebbe cominciare seriamente a preoccuparsi di come sotto la propria gestione la mala-pianta della camorra sia cresciuta“.

° 

7 Responses to "Roberto Saviano, la sinistra e le collusioni con la Camorra"

Leave a Comment