Tito Boeri: l´economista-megafono del Pd

Tito Boeri foto

Dunque, la mia amica DestraLab, pone un quesito interessante. Il seguente: “Ma com´è che l´economista Boeri, per commentare la vicenda Alitalia, non riesca a fare a meno di usare le stesse parole e gli stessi argomenti di Piero Fassino?”.° ° 

Semplice, direi (io e lei ne abbiamo già  discusso sul suo blog).

Tito Boeri è un fan, diciamo così, del Partito democratico.

Di più: dopo essere stato corteggiato dal Pd come possibile candidato alle elezioni politiche, stava per entrare a far parte della Direzione nazionale dello stesso (come ha scritto il Corriere della Sera).

Ora, tutto ciò non sarebbe affatto un problema, se il professor Boeri esplicitasse le sue simpatie politiche.

Il fatto, invece, ch´egli taccia al riguardo; che non dichiari pubblicamente la sua scelta di campo – e soprattutto che non la dichiari ai 50.000 iscritti alla newsletter del sito LaVoce -, magari lo mette nella condizione di apparire persona non propriamente onesta, dal punto di vista intellettuale.

Forse, il professor Boeri, ci tiene a far sì che le sue analisi appaiano come imparziali.

Cosa che non accadrebbe, se dichiarasse di essere un simpatizzante del Pd.

In quel caso, infatti, le sue valutazioni economiche, probabilmente, verrebbero giudicate come opinioni di un economista di partito.

Suvvia, professor Boeri: faccia outing.

Tanto lo sappiamo tutti che lei è l´economista-megafono del Pd.

Se volete, votate Ok.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà .

8 Responses to "Tito Boeri: l´economista-megafono del Pd"

  • Gab says:
  • camelot says:
  • ellekappa says:
  • camelot says:
  • Giuseppe Leone says:
  • camelot says:
Leave a Comment