Daniele Giordano, Cgil giovani: chi occupa fa un favore ai “baroni”

Proteste studentesche foto

Cui prodest?

A chi giovano le proteste degli studenti universitari, contro i tagli al Fondo di finanziamento ordinario dell´Università ?

C´è chi non ha dubbi al riguardo: giovano soprattutto ai “baroni”.

Ne è convinto, ad esempio, il professor Umberto Eco. Che, al riguardo, qualche giorno fa ha dichiarato:

I tagli danneggiano più i professori che gli studenti“.

Per questo motivo, conversando con alcuni okkupanti, ha anche aggiunto:

E´ molto curioso che facciate una battaglia del genere per i baroni“.

Ma non è l´unica persona di sinistra, a pensarla in questo modo.

Condivide la valutazione, finanche il responsabile nazionale “politiche giovanili” della Cgil: Daniele Giordano.

Il quale, pur contestandoi tagli indiscriminati previsti dal decreto 133“, ritiene, però, sbagliate le occupazioni degli Atenei:

Non condivido assolutamente l’idea dei blocchi a oltranza della didattica, anche perché chi manifesta non dovrebbe avere il minimo interesse di difendere gli attuali baroni dell’ateneo“.

I baroni sono fra i più grossi responsabili del fallimento della riforma universitaria. Le manifestazioni in atto avrebbero un senso se criticassero la scelta del taglio indiscriminato, ma promuovessero anche una proposta di università  diversa. Perché è chiaro a tutti che oggi l’università  non funziona, che la laurea triennale non è spendibile e che quel percorso di riforma che ha passato diversi governi non ha poi portato la nostra università  a livelli competitivi con l’Europa e con il resto del mondo. Se dunque rappresenta soltanto un movimento di protesta per la paura di una condizione di precarietà  durante gli studi, ma non genera poi anche una vera proposta che vada in controtendenza rispetto a molte delle richieste formulate dai docenti, il suo valore è nullo“.

I docenti universitari spesso si sono contrapposti a qualunque sorta di iniziativa sulla riforma del sistema di valutazione o sull’ingresso alla carriera accademica. Quindi, come dicevo, non si può giustificare l’azione di tagli indiscriminata, ma nemmeno pensare che i docenti siano le figure da difendere“.

Una firma per difendere la libertà  di frequentare le università , ed una a sostegno della riforma Gelmini.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà .

8 Responses to "Daniele Giordano, Cgil giovani: chi occupa fa un favore ai “baroni”"

  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • Simone82 says:
  • camelot says:
Leave a Comment