Franceschini: se voti Pd non sai cosa voti

E’ iniziata ufficialmente la corsa alla segreteria del Pd.

Oggi ha parlato Franceschini:

Quello che dobbiamo fare è ricostruire un’identità del nostro campo. La destra italiana in questi 15 anni ha avuto stabilità negli assetti e un leader unificante. Così ha potuto costruire una identità, percepita da tutti, attorno ad alcuni messaggi chiari: sicurezza, libertà di fare ogni cosa, meno stato. Il nostro campo nello stesso periodo ha avuto instabilità totale nei leader, nei partiti, che si sono sciolti, ricostituiti, sostituiti, nei Governi fragili. E così noi siamo riusciti a trasmettere le sensazioni indistinte, non messaggi chiari e univoci. Se voti destra sai cosa voti. Se voti di qua, non sai cosa voti. E questo più di ogni altra cosa spiega la sconfitta dello scorso anno e i risultati negativi delle amministrative e delle europee (finalmente ha ammesso la sconfitta, ndr). Ricostruire una identità sarà un lavoro lungo e difficile ma il risultato delle europee ci mette in condizione di ripartire”.

Poi, siccome il masochismo a sinistra non muore mai, ha aggiunto:

Dobbiamo dirlo, il centrosinistra ha colpe precise per non avere approvato la normativa sul conflitto di interessi quando era maggioranza dal ’96 al 2001, ma quella responsabilità non ci può spingere adesso a restare ancora fermi e silenti”.

Continuare con l’antiberlusconismo? Serve a risolvere i problemi della gente, a far ripartire l’economia e a creare lavoro? O forse, per tornare a vincere, bisognerebbe chiedere scusa e prendere le distanze da quell’osceno spettacolo – di tasse, litigiosità ed inaffidabilità – che è stato il governo Prodi?

Avanti il prossimo.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà.



Tags: , , ,

6 Responses to "Franceschini: se voti Pd non sai cosa voti"

  • la Volpe says:
  • camelot says:
  • la Volpe says:
Leave a Comment