L’Ocse boccia Tito Boeri

Toc toc.

Chi è?

Sono Tito Boeri.

Chi????

Tito Boeri.

Chi???????????

Tito Boeri, l’economista-portavoce del Pd.

Mai sentito.

Come, mai sentito? Sono il direttore della Fondazione Rodolfo De Benedetti!

E chi cacchio è, Rodolfo De Benedetti?

Beh, illustrissimo collega, mi meraviglio di lei: Rodolfo ha dato alla luce il più grande imprenditore italiano di tutti i tempi, Carlo De Benedetti.

Non conosco.

Possibile? Carlo De Benedetti è l’editore de la Repubblica, il giornale più chiccoso e raffinato che vi sia in Italia, e per cui mi pregio di scrivere in qualità di portavoce del Pd.

Da queste parti non leggiamo riviste di gossip.

Capisco…

Boezi, ma lei che vuole?

Boeri, in verità….beh, mi sono presentato a questo colloquio perché ho saputo che si è liberato il posto di chief economist e così..

Ah, ecco, adesso è tutto chiaro. E senta, Boelli, ma che titoli ha lei per ambire all’incarico?

Boeri, in verità.

Beh, Boelli, Boezzi, non fa differenza. I titoli; me li elenchi.

Scrivo per il quotidiano la Repubblica.

Non fa curriculum vitae.

Ah, no? Che strano…comunque c’è dell’altro.

Prego, me ne metta a parte.

Ecco: collaboro con il quotidiano La Stampa.

Boessi, forse non le è chiaro: noi cerchiamo un economista, non un opinionista.

Ah, sì? E perché, non sono la stessa cosa?

In Italia, forse; qui, all’Ocse, no.

Eccentrica, questa cosa. Beh, se è per questo, io sono un economista.

Addirittura?

Certo, me possino cecamme.

Benissimo. Mi illustri, allora, i suoi titoli da economista.

Ben volentieri. Partiamo da qui: partecipo alla trasmissione televisiva del Pd, Ballarò.

Balla, che?

Ballarò, Ballarò, contro er Caimano lotterò!

‘Sti cazzi, Boezzi. E questo, a suo avviso, fa di lei un economista?

Perché, non è così?

Bolletti, ma lei ci fa, o ci è?

Ci sono, ci sono.

E’ proprio quello che temevo..Bonelli, la prego, non mi faccia perdere tempo…forse è meglio..

No, aspetti!

Che c’è?

Ho trovato: sono professore universitario alla Bocconi.

Interessante, Boessi, finalmente qualcosa che possiamo prendere in considerazione. E mi dica, di recente ha pubblicato qualche ricerca di pregio scientifico?

Certo! Ho scoperto che il Nano ha fatto spendere 400 milioni di euro al contribuente italico, per non aver accorpato il Referendum alle elezioni europee.

400 milioni di euro? Ne è sicuro?

Me possino cecamme!

E’ la sua risposta definitiva?

Sì!

L’accendiamo?

Accendiamola, accendiamola…

Prego, Boessi, si accomodi…fuori di qui!

P.S.: le informazioni contenute in questo post, sono state tratte da un articolo di Franco Bechis apparso su Libero il 13 settembre (a pagina 29).

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà.



Tags: , , ,

43 Responses to "L’Ocse boccia Tito Boeri"

  • gaddhura says:
  • Simone82 says:
  • camelot says:
  • Simone82 says:
  • cervellofritto says:
  • camelot says:
  • ale says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • dagola says:
  • camelot says:
  • Rossana says:
  • camelot says:
  • Dario says:
  • Davide says:
  • nicola says:
Leave a Comment