Pd, congressi locali: un fiasco

Affluenza ai congressi locali del Pd

I dati che affluiscono dai circoli in cui si è votato per le tre mozioni congressuali, sono disarmanti: al 18 settembre, gli iscritti che risultano aver partecipato ai 587 congressi locali del Pd, sono 19.459. Pari al 38,5% di tutti gli aventi diritto.

Di fronte a questi numeri, forse, la dirigenza del partito farebbe bene a porsi qualche interrogativo. Ci permettiamo di suggerirne qualcuno:

1) Gli esponenti del Pd, nell’ultimo anno, ritengono di aver parlato a sufficienza di politica, programmi e idee? O forse hanno prediletto esclusivamente il gossip, la propaganda, la menzogna e l‘insulto?

2) I tre candidati alla segreteria, ritengono di aver definito piattaforme programmatiche alternative l’una all’altra, e di averle adeguatamente pubblicizzate? O forse si sono limitati a presentare programmi fin troppo simili l’uno all’altro, pieni di ecumeniche – quanto inutili – buone intenzioni, e privi di qualsiasi indicazione concreta e utile a comprendere, senza margine di errore, la posizione di ciascuno di essi in relazione ad ogni singolo tema?

Le tre mozioni congressuali: quella di Pierluigi Bersani, quella di Dario Franceschini e quella di Ignazio Marino.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà.



Tags: , , , , ,

8 Responses to "Pd, congressi locali: un fiasco"

  • camelot says:
  • camelot says:
Leave a Comment