Contrasto alla criminalità organizzata: qualche numero

Il governo Berlusconi, con il pacchetto sicurezza, ha varato molteplici misure finalizzate a contrastare la criminalità organizzata: l’inasprimento del carcere duro per i mafiosi (il cosiddetto: 41 bis), il divieto di patteggiamento in appello, la norma che facilita l’acquisizione dei beni confiscati alle organizzazioni malavitose, onde destinarli più rapidamente a scopi di pubblica utilità.

Per valutare il lavoro e i risultati fin qui conseguiti, può essere utile prendere in esame alcune tabelle che sono disponibili sul sito http://www.beniconfiscati.gov.it/.

Partiamo dai beni immobili confiscati:

“Al 30 giugno 2009 i beni immobili confiscati alla criminalità sono 8.933. L’83% si trova nelle quattro regioni meridionali, con una netta prevalenza della Sicilia al 46%, mentre Campania e Calabria si attestano rispettivamente intorno al 15% e 14%, la Puglia all’8%. Il restante 17% è concentrato prevalentemente in Lombardia e nel Lazio”.

immobili confiscati

immobili confiscati

Passiamo alle aziende confiscate:

“Al 30 giugno 2009 le aziende confiscate alla criminalità sono 1.185. Il 38% si trova in Sicilia , mentre Campania e Lombardia si attestano rispettivamente intorno al 19% e 14%, il Lazio all’8%“.

aziende confiscate

aziende confiscate

Veniamo alla destinazione dei beni immobili:

“Su 8.933 beni immobili confiscati, 5.407 (pari al 60,5%) sono stati destinati. La maggior parte dei beni destinati (86%) è stata consegnata agli Enti locali per finalità sociali. Il restante 14% è stato mantenuto allo Stato per fini istituzionali”.

destinazione immobili confiscati

Consideriamo, ora, la destinazione delle aziende:

“Su 1.185 aziende confiscate 388 (pari al 32,7%) sono state destinate. Solo l’11% delle aziende è stato destinato alla vendita o all’affitto. Il restante 89% è andato in liquidazione. Infatti 1 azienda su 3 risulta già in liquidazione o tecnicamente fallita prima della confisca definitiva e, quindi, precedentemente alla presa in consegna da parte dell’Agenzia del Demanio”.

destinazione aziende confiscate

Passiamo al rapporto tra confisca e destinazione dei beni immobili, nel corso degli anni:

rapporto confisca e destinazione immobili

Valutiamo, adesso, l’andamento delle destinazioni nel corso degli anni:

“Dei 5.407 beni destinati, 1.438 sono stati destinati negli ultimi 18 MESI e 3.969 nei 12 anni precedenti. + 42% incremento medio annuo delle DESTINAZIONI rispetto al 2007* (*Proiezione elaborata sulla base dell’andamento delle destinazioni effettuate negli ultimi 18 mesi). Complessivamente sono stati destinati beni per un valore di 725 MLN di euro. Negli ultimi 18 mesi sono stati destinati beni per oltre 225 MLN di euro, e il restante valore di 500 MLN nei 12 anni precedenti”.

andamento destinazioni

andamento destinazioni

In ultimo, va considerato che da quando l’attuale esecutivo è in carica, sono stati arrestati – in media – 8 esponenti della criminalità organizzata al giorno (altre informazioni: qui).

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà.



Tags: , , ,

7 Responses to "Contrasto alla criminalità organizzata: qualche numero"

  • pablo says:
  • camelot says:
  • destralab says:
  • camelot says:
Leave a Comment