“L’utero è mio e lo gestisco io”, berciavano le femministe bolsceviche. E per le sgallettate berlusconiane non vale?

Vanno separate le questioni: un conto è la condotta di Berlusconi, di cui abbiamo parlato qui, che sicuramente è censurabile, in quanto lesiva del decoro delle Istituzioni, e perciò dovrebbe indurlo a rassegnare le dimissioni; un conto è il comportamento delle fanciulle che, liberamente, rallegravano le sue serate ad Arcore ricevendone in cambio del danaro. Due maggiorenni consenzienti possono, visto che non è vietato dalla legge, fare liberamente sesso mercenario. È immorale? Può darsi. Ciò che è certo, tuttavia, è che non è illegale. E non essendo illegale, è legittimo e può avvenire.

Ciò premesso, arriviamo al dunque.

In queste ore, una pletora di sciampiste di sinistra e di destra, per di più con un passato sessantottino pregno di battaglie femministe e “libero-sessiste“, sta – letteralmente – fracassando la minchia con tali argomenti: Berlusconi è uno sfruttatore immorale delle donne; non ne ha rispetto perché, pur di giacere con loro, è disposto a pagarle; le usa; le umilia e le considera quali oggetti. Minchiate. Null’altro che minchiate, signori miei; che, per di più, provano come le succitate sciampiste non abbiano letto, al contrario di chi scrive, le 389 pagine della Procura di Milano. L’avessero fatto, infatti, saprebbero che Silvio sfruttava le fanciulle meno di quanto quest’ultime sfruttassero lui, visto che adoperavano il proprio corpo per irretirlo ed alleggerirgli il portafogli. Questo raccontato le carte.

Come un’amica ha detto pochi minuti fa in una nostra conversazione su Twitter: “Resto del parere che niente accada a una donna senza che lei voglia”. Parole sacrosante. Pronunciate, non a caso, da una donna intelligente, colta e con gli attributi. Precisamente ciò che manca alle sciampiste clerico-fascio-comuniste di cui sopra.

La questione, vedete, è questa: buona parte delle donne è di gran lunga più intelligente, forte e cazzuta della stragrande maggioranza dei maschi. Sarebbe ora di finirla, pertanto, con ‘sta storiella che le donne sono sfruttate da lor signori maschietti. Non ne possiamo più! È una sesquipedale balla!

Voi donne, oltre ad essere molto – ma molto – meglio di noi in tutto, oramai c’avete superato anche in ciò di cui si parla in queste ore: il sesso mercenario.

Ma lo vogliamo dire o no che andate a puttani anche voi?

Ma lo vogliamo dire o no che anche voi girate il mondo, e fate turismo sessuale, recandovi ad esempio in Giamaica o a Cuba a degustare il “big bamboo”?

L’ipocrisia è squallida e raccapricciante, e oltremodo immorale. La parità dei sessi, signore mie, è nei fatti. A noi maschietti non resta che ricorrere, talvolta, a degli escamotage, per sbarravi il passo: se non lo facessimo, infatti, finiremmo in mezzo ad una strada o a fare le “cameriere” nei pub (sia detto con rispetto), perché la nostra inferiorità, rispetto a voi, è conclamata.

Andate meglio di noi all’Università. Vi laureate in minor tempo. Avete un cervello che ce lo sogniamo, nonostante noi si possieda due teste (che, tra l’altro, nella migliore delle ipotesi sono entrambe di cazzo). Siete profonde più di quanto noi si possa immaginare. Il linguaggio che adoperate, assai spesso, è indice di un quoziente intellettivo per noi fantascientifico. Nel lavoro, poi, siete insuperabili.

Di cosa vi lamentate?

Le fanciulle arcoriane hanno fatto cose deprecabili, e la colpa della loro condotta è di Berlusconi?

No, signore mie femministe. Nient’affatto. Se delle fanciulle maggiorenni vogliono vendere il proprio corpo per far rapidamente danari, è solo affar loro. E voi che berciavate “L’utero è mio e lo gestisco io”, dovreste difenderne la scelta. Care “libero-sessiste” a corrente alternata.

Quanto alla responsabilità presunta della società. Anche in questo caso si tratta di minchiate.

La società non esiste! L’approccio sociologico di tipo “olistico” c’ha rotto il cazzo, care vetero-bolsceviche. Se una persona fa qualcosa di deprecabile, la colpa è solo sua! O, al massimo, dei genitori che non hanno fatto a sufficienza il proprio dovere.

La società non influenza un cazzo! Postularlo, significa asserire che l’Individuo non esista. Ch’esso non sia libero di scegliere o di decidere anche in modo anticonformista. E ciò non è vero.

È compito delle famiglie, dei genitori, fornire modelli educativi “morali”. E se i figli vengono su colmi di “disvalori”, la colpa è solo della negligenza – o della strafottenza – di chi li ha messi al mondo.

Sono i genitori che latitano. Sono i genitori, oggi, ad essere fin troppo permissivi con la prole. Sono i genitori che non “impongono” valori e che, magari, contribuiscono a calpestarli. Sono i genitori che non educano i figli in modo che diventino persone rispettabili e responsabili. Sono i genitori, non i figli, che se ne fottono della cultura!

Mio padre, quando avevo 12 anni, mi ha obbligato a leggere il primo libro. E di sganassoni, quando riteneva fossero utili ad “educarmi“, me ne ha dati più d’uno. Ha provato ad inculcarmi Valori: con l’esempio, quando gli era possibile, o imponendomi degli Obblighi. Perché era e resta un liberal-conservatore; e non un sessantottino fancazzista e bolscevico (come le sciampiste di cui sopra).

I genitori d’oggi lo fanno ancora? Ne dubito, e profondamente. E non lo fanno, non perché lavorino 12 ore al giorno (ma dove?) e gli manchi il tempo, ma perché se ne fottono bellamente!

Berlusconi è immorale? Senz’altro! Non più, però, di quanto lo siano tutti gli altri italiani: uomini o donne che siano.

Ipocrita, immorale e disgustoso è chiunque dica una cosa diversa.

Berlusconi è l’effetto, al limite; non la causa.

Ciò detto, libero sesso mercenario (tra maggiorenni consenzienti) in libero stato (e Berlusconi a casa per la sua condotta irrispettosa delle Istituzioni).

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà.



Tags: , , , ,

30 Responses to "“L’utero è mio e lo gestisco io”, berciavano le femministe bolsceviche. E per le sgallettate berlusconiane non vale?"

  • Simone82 says:
  • daniele burzichelli says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Simone82 says:
  • daniele burzichelli says:
  • Luca M says:
  • Marco Paperini says:
  • Lele, il cretino che ama farsi sodomizzare da Ezechiele says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Marco Paperini says:
  • camelot says:
  • valerio says:
  • Carlo Andrea says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Carlo Andrea says:
  • valerio says:
  • domenico says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • faebi says:
  • marina says:
Leave a Comment