Tremonti, perché non ti candidi alla guida del Pd o di SeL?

Tremonti, col centrodestra, c’entra poco o punto: è un uomo di sinistra, un socialista; è aspramente anti-mercatista; mostra di non avere fiducia alcuna nell’Individuo; idolatra, neanche troppo velatamente, lo stato e vorrebbe avesse un ruolo ancor più attivo in economia (se solo fosse possibile); da tre lustri non fa altro che mostrare disinteresse nei confronti delle politiche liberal-conservatrici: quelle che potrebbero per davvero ridurre il peso dello stato, rilanciare la crescita ed incrementare la concorrenza (ha mai privatizzato qualcosa? Hai mai liberalizzato anche solo un segmento di mercato?); un giorno sì e l’altro pure muove strali contro il liberal-capitalismo come neanche Vendola farebbe. Insomma, visto che osteggia in tutti i modi la Rivoluzione liberale e parla, per di più, come un bolscevico, ha tutte le carte in regola, a nostro parere, per assumere la guida del centrosinistra.

Questa rubrichina che da oggi prende il via, vuole documentarlo attingendo direttamente alle sue dichiarazioni. Buona lettura.

Viva il Leviatano – Aridatece l’Iri!

Chi ha smantellato l’Iri per le privatizzazioni oggi si ritrova la Salerno-Reggio con 40 cantieri” (11/02/2011).

A morte la destra! – A morte i liberal-conservatori!

Certi fautori del libero mercato a tutti i costi mi ricordano “’E Begriffe“, come Benedetto Croce chiamava i piccoli intellettuali iper-hegeliani” (11/02/2011; Corriere della Sera, versione cartacea).

Anche i ricchi piangano – Se non cambierà, lotta dura sarà.

«La nostra proposta è tassare un po’ di più i petrolieri per dare un po’ di più a chi ha bisogno, ossia burro, pane e pasta».

«La nostra impressione è che il bilancio sociale della proposta sia altamente positivo, è uno dei casi in cui la politica non fa solo la politica, ma si occupa anche della dimensione morale».

«A noi sembra che dato il drammatico bisogno degli strati più deboli questo tipo di prelievo alla Robin Hood abbia senso» (03/03/2008).

A morte la legge Biagi e quei fasci che l’hanno varata.

Non credo che la mobilità sia di per sé un valore. Per una struttura sociale come la nostra, il posto fisso è la base su cui costruire una famiglia. La stabilità del lavoro è alla base della stabilità sociale” (19/10/2009).

La destra privatizza? E chi se ne fotte! – Io sono di sinistra e vorrei addirittura rinazionalizzare.

«Ci devono spiegare perché abbiamo fatto così le privatizzazioni. Perché hanno fatto lo spezzatino dell’Enel, già la parola indica gli appetiti che c’erano, mentre la Francia ha un colosso statale?» (11/09/2010).

«Avete voluto il libero mercato? Ecco il risultato. Una volta c’erano le Bin (Banche d’interesse nazionale, ndr) che magari avrebbero fatto diversamente e mi sembra che andassero molto bene, le grandi Bin» (13/10/2009).

Abbiamo 1.900 miliardi di debito pubblico? E chi se ne fotte! – Sto più a sinistra di Bersani, voglio ancora più stato e me ne vanto pure.

«Nessuno potrebbe dire che l’intervento statale, perfino nel santuario del capitalismo, l’alta finanza, sia un tentativo di uccidere l’economia di libero mercato».

«Mercato se possibile, stato se necessario» (16/04/2008).

El pueblo unido jamás será vencido – Addavenì Baffone!

Magari la gente leggesse Marx. È un genio” (20/03/2008).

Viva le tasse! Sono bellissime! – Abbasso la destra liberale che vuole ridurle!

«Vogliamo evitare a questo Paese la macelleria sociale e non c’è riduzione fiscale che valga quanto conservare la sanità, le pensioni e la sicurezza».

«Girano per il Paese dei dottor Stranamore che dicono: ‘tagliamo di 30 miliardi la sanità per tagliare le tasse’. Quello che invece abbiamo concordato con il presidente del Consiglio è conservare la vita delle persone e la coesione sociale. Quando ci sarà di più sarà per la riduzione delle tasse, a partire dal lavoro e dalle famiglie, senza macelleria sociale» (23/01/2010).

(Continua).

P.S. E il problema sarebbe Fini? Ah, beata la stupidità!

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà.



Tags: , ,

26 Responses to "Tremonti, perché non ti candidi alla guida del Pd o di SeL?"

  • MauroLib says:
  • camelot says:
  • MauroLib says:
  • camelot says:
  • daniele burzichelli says:
  • Edo says:
  • Carlo-Andrea says:
  • Silvio says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Edo says:
  • camelot says:
  • Giluca says:
  • Carlo-Andrea says:
  • camelot says:
  • MauroLib says:
  • Carlo-Andrea says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • MauroLib says:
Leave a Comment