Cose da pazzi. Cose da Equitalia

Due notizie.

La prima, piccina picciò, è contenuta in questa missiva recapitata ad un mio contatto Facebook.

La seconda, oltremodo inverosimile, invece, è stata data pochi istanti fa dall’Ansa:

FASANO (BRINDISI), 5 OTT – Antonio ha solo 12 anni ma ha già un debito di 1.138,77 euro nei confronti di Equitalia per non aver pagato la tassa di possesso di un’auto nel 1997, tre anni prima di essere nato. È la storia incredibile di uno studente di scuola media di Fasano. Il padre del ragazzo si è rivolto ad un commercialista, il quale ha scoperto che la sanzione è riferita ad una vecchia Renault 9 del 1985 che nessuno della famiglia ha mai posseduto. Ma per Equitalia la sanzione va pagata (Ansa).

Tenete presente che, causa inversione dell’onere della prova introdotta dal governo Berlusconi, non spetterà ad Equitalia provare la colpevolezza del 12enne, ma a quest’ultimo dimostrare la propria innocenza.

Roba da dittatura.



Tags: ,

6 Responses to "Cose da pazzi. Cose da Equitalia"

  • paolo says:
  • camelot says:
  • Anticasta says:
  • camelot says:
Leave a Comment