Altre tasse in arrivo dal governo Letta-Alfano

Pareva fosse un governo balneare, tutto rinvii e nessuna decisione, destinato solo a galleggiare. E, invece, è anche peggio: è un esecutivo la cui mission è fare l’esatto contrario di ciò che servirebbe; aggravando, così, la condizione economica del Paese.

Si consideri, ad esempio, la scelta di assumere, nel breve periodo, 26.000 insegnanti di sostegno e, nel prossimo triennio, 69.000 docenti e 16.000 dipendenti nel settore Ata (amministrativo, tecnico e ausiliario).

Per questa “infornata” di nuovi impiegati pubblici, il contribuente italico, già martoriato da una pressione fiscale che altrove avrebbe prodotto rivolte e tumulti di piazza, sarà costretto a patire un’ulteriore torchiatura (del valore di 413,2 milioni di euro). Eccone i dettagli.

Innanzitutto, dal prossimo 10 ottobre, lieviteranno, in modo strutturale e cioè permanente, le accise sugli alcolici:

«L’accisa sulla birra passerà a 2,66 euro per ettolitro e per grado, mentre per i prodotti intermedi salirà a 77,53 euro e per l’alcool etilico diventerà di 905,51 euro a ettolitro. Tali importi, nel 2015, raggiungeranno i 2,99 euro per ettolitro di birra, gli 87,28 euro per ettolitro degli alcolici intermedi e sforeranno i mille euro (1019,21 per ettolitro) per l’alcool etilico».

In secondo luogo, dal primo gennaio 2014:

«Acquistare un appartamento, effettuare fusioni, scissioni e conferimenti d’azienda oppure offrire in comodato d’uso una casa (…) costerà di più: l’imposta di registro in misura fissa passerà da 168 a 200 euro e, contemporaneamente, si riaffaccerà il balzello di 50 euro sugli atti ipotecari a catastali».

Da quando è in carica l’esecutivo Alfetta (quattro mesi e mezzo), questa è la terza (o quarta) tranche di tasse che ci piove sulla testa. E il peggio deve ancora arrivare.

In bocca al lupo a tutti.



Tags: , ,

10 Responses to "Altre tasse in arrivo dal governo Letta-Alfano"

  • rokko says:
  • camelot says:
  • Claps says:
  • camelot says:
  • camelot says:
Leave a Comment