Grillo: «Ci siamo dimezzati lo stipendio». Falso. 52 parlamentari ne hanno intascato più della metà

Il Gran Fruitore di condoni tombali ed edilizi, Pippa Grullo, continua a far proprio il motto di Goebbels: «Ripetete una menzogna cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità». Precisamente ciò ch’egli fa da sera a mane.

È accaduto anche ieri.

Nel corso della manifestazione denominata V-Day, il Ducetto genovese ha dichiarato (come si può appurare guardando il video dal minuto 18.45):

«Noi dobbiamo fare quello che abbiamo sempre detto. Quello che abbiamo sempre detto, abbiamo fatto. Ci siamo tolti i soldi, ci siamo dimezzati lo stipendio».

Lo aveva asserito anche il 29 ottobre scorso:

«Ci siamo dimezzati lo stipendio come ci eravamo impegnati a fare».

Il che è falso. Una sesquipedale menzogna.

Innanzitutto, i grullini, in campagna elettorale, giuravano che, entrati nel Palazzo, avrebbero rendicontato, mediante fatture, scontrini e ricevute, e al contrario degli esponenti della Casta, ogni singola spesa per potere accedere ai rimborsi parlamentari. Fino ad ora, e dall’inizio della legislatura sono trascorsi già dieci mesi, non lo hanno fatto, come può appurare chiunque consultando il sito del Guru. Nemmeno uno scontrino è stato pubblicato.

In secondo luogo, è palesemente falso che i parlamentari 5 Stelle si siano dimezzati lo stipendio: molti di essi, cinquantadue per l’esattezza, infatti, tra indennità parlamentare e rimborsi vari, sin qui hanno intascato (e speso) più della metà dello stesso. Eccone elencati i nomi e gli importi.

1) Marco Baldassari ha incassato (e speso) 9.163,62 euro e ne ha restituiti 5.188,64. Altro che essersi dimezzato lo stipendio.

2) Sebastiano Barbanti, poi, ha fatto anche peggio: si è infilato in tasca 10.676,91 euro e ne ridati indietro solo 3.705,30. Si è dimezzato lo stipendio? E in quale dimensione spazio-tempo parallela?

3) Eleonora Bechis s’è portata a casa 9.091,75 euro e ha rinunciato a 5.185,81 euro.

4) Nicola Bianchi, addirittura, ha intascato 15.623,15 euro e ne ha restituiti 3.085,55. Ma, a dispetto della evidenza e della matematica, secondo Grillo s’è dimezzato lo stipendio.

5) Alfonso Bonafede ha percepito 9.217,60 euro e ha rinunciato a 4.109,31 euro.

6) Giuseppe Brescia: 6.037,93 euro intascati, 3.151,92 restituiti.

7) Mirko Busto: 7.243,01 euro incassati, 4.286,61 ridati indietro.

8) Azzurra Pia Maria Cancellieri: 5.031,20 euro intascati, 3.979,77 resi.

9) Francesco Cariello: 8.724,38 euro incassati, 6.285,81 euro restituiti.

10) Ivan Catalano: 9.781,31 euro intascati, 4.632,42 dati indietro

(D’ora in poi, per velocizzare il lavoro, si pubblicherà l’immagine solo dei parlamentari che hanno incassato gli importi più consistenti. Per tutti gli altri verrà fornito solo un link alla scheda personale).

11) Emanuela Corda: 7.230,27 euro messi in tasca, 2.040,94 restituiti

12) Davide Crippa: 6.145,11 euro incassati, 2.994,21 resi.

13) Tommaso Currò: 19.043,57 euro intascati, 2.700,05 restituiti. I grillini non hanno alcunché da ridire?

14) Giuseppe D’Ambrosio: 7.657,50 euro messi in tasca, 1.530,14 restituiti.

15) Francesco D’Uva: 8.723,70 euro incassati, 5.664,26 restituiti.

16) Matteo Dall’Osso: 5.865,70 euro intascati, 3.089,14 resi.

17) Diego De Lorenzis: 9.150,80 euro incassati, 2.710,42 restituiti.

18) Daniele Del Grosso: 11.183,45 euro portati a casa, 4.849,52 ridati indietro.

19) Michele Dell’Orco: 7.232,01 euro incassati, 5.443,69 restituiti.

20) Ivan Della Valle: 9.691,80 euro intascati, 4.627,79 resi.

21) Luigi Di Maio: 5.708,22 euro incassati, 3.468,02 restituiti.

22) Manlio Di Stefano: 6.224,88 euro intascati, 2.916,53 resi.

23) Federica Dieni: 17.477,32 euro incassati, 2.738,38 restituiti. Il dimezzamento dov’è?

24) Mattia Fantinati: 11.463,74 euro intascati, 2.716,68 resi. Anche in questo caso: il dimezzamento dov’è?

25) Vittorio Ferraresi: 6.693,15 euro portati a casa, 2.478,84 dati indietro.

26) Roberto Fico: 6.411,92 euro messi in tasca, 2.762,53 restituiti.

27) Marta Grande: 12.912,92 euro incassati, 2.692,38 resi. In questo caso, invece, il dimezzamento dello stipendio è più che visibile. Altroché.

28) Mirella Liuzzi: 5.866,55 euro introitati, 3.041,31 resi.

29) Marialucia Lorefice: 5.583,83 euro incamerati, 3.588,16 restituiti.

30) Maria Marzana: 5.390,71 euro portati a casa, 3.766,28 ridati indietro.

31) Mara Mucci: 9.366,56 euro messi nel portafogli, 4.654,41 resi.

32) Dalila Nesci: 5.348,09 euro incassati, 3.660,40 restituiti.

33) Paolo Parentela: 5.210,05 euro intascati, 3.976,94 dati indietro.

34) Daniele Pesco: 5.824,30 euro introitati, 3.272,21 restituiti al mittente.

35) Paola Pinna: 8.998,82 euro incamerati, 4.152,41 dati indietro.

36) Girolamo Pisano: 8.722,17 euro incamerati, 0, 00 euro restituiti. Poffarbacco.

37) Aris Prodani: 5.763,43 euro introitati, 3.348,16 dati indietro.

38) Gianluca Rizzo: 8.662,84 euro incamerati, 5.709,78 resi.

39) Gessica Rostellato: 6.084,16 euro portati a casa, 2.969,16 restituiti al mittente.

40) Carla Ruocco: 5.446,25 euro incassati, 3.984,64 ridati indietro.

41) Giulia Sarti: 6.203,20 euro introitati, 2.943,79 resi.

42) Emanuele Scagliusi: 5.374,12 euro messi nel portafogli, 3.789,62 restituiti.

43) Samuele Segoni: 8.121,86 euro portati a casa, 6.253,37 non incassati.

44) Maria Edera Spadoni: 9.137,14 euro incamerati, 5.383,74 ridati indietro.

45) Alessio Tacconi: 12.302,02 euro intascati, 2.738,38 resi. Un tipico caso di stipendio dimezzato. Altroché.

46) Patrizia Terzoni: 6.512,19 euro portati a casa, 3.147,04 restituiti.

47) Angelo Tofalo: 6.318,00 euro incamerati, 2.905,43 resi.

48) Tancredi Turco: 7.650,30 euro messi in tasca, 6.690,34 dati indietro.

49) Gianluca Vacca: 6.248,48 euro portati a casa, 3.079,46 restituiti.

50) Andrea Vallascas: 10.329,28 euro introitati, 3.942,29 ridati indietro. Un gran bel dimezzamento. Non c’è che dire.

51) Alessio Matteo Villarosa: 5.790,50 euro incamerati, 3.380,00 resi.

52) Alberto Zolezzi: 5.972,07 euro intascati, 3.187,08 restituiti al mittente.

Com’è evidente, Grillo ha raccontato una bubbola.

Restano da capire due cose, però. Innanzitutto perché gli elettori del Movimento 5 Stelle accettano di essere turlupinati in tal modo. In secondo luogo perché i giornalisti non provvedono a sbugiardare il Guru.

Misteri.



Tags: , ,

6 Responses to "Grillo: «Ci siamo dimezzati lo stipendio». Falso. 52 parlamentari ne hanno intascato più della metà"

  • enzo giuliani says:
  • marco says:
  • camelot says:
  • camelot says:
Leave a Comment