E «Forza Campania» / che siamo una squadra fortissimi

Berlusconi è alle prese con una nuova grana. Questa volta, però, non c’entrano i processi ma la sua amata creatura: Forza Italia.

In Campania, sette consiglieri regionali azzurri, in segno di protesta contro il governatore Caldoro, hanno deciso di non votare il Bilancio e di fondare, per di più, un nuovo gruppo: Forza Campania.

Appresa la notizia, il Satiro di Arcore non ha tardato a recapitare loro una scomunica:

«La bandiera di Forza Italia è una ed una soltanto. Non è accettabile, né politicamente né legalmente che si utilizzi, come sta avvenendo in Campania, un logo che si richiama a Forza Italia per darne vita a versioni più o meno fedeli al fine di confondere l’elettorato. Chi dovesse rendersi responsabile di simili manovre va de facto considerato fuori dal nostro movimento».

I diretti interessati, non volendo passare per traditori ed opportunisti, a quel punto, hanno deciso di controreplicare con argomenti il più possibile convincenti:

«Siamo dinanzi a una mistificazione delle ragioni che sostengono la nostra protesta. Noi politici siamo considerati degli approfittatori, ma ci assegnano responsabilità che non abbiamo: percepiamo un emolumento modesto, 7 mila euro al mese, di cui la metà va in tasse, e ci fanno passare per sanguisughe, quando in Regione Campania abbiamo tagliato consulenti, rimborsi e benefit».

«È tutta una strumentalizzazione, non siamo né scissionisti, né contro Forza Italia (…). Vogliamo che la politica ci metti la faccia fino in fondo».

Ma ci facci il piacere, ci facci.



Tags: , ,

3 Responses to "E «Forza Campania» / che siamo una squadra fortissimi"

Leave a Comment