Vauro: abbasso i milionari, noi vogliamo i rivoluzionari


«Io sento, con tutto il rispetto eh, Briatore, anche applaudito per carità, parlare di chi non arriva alla fine del mese. Ma lei che ne sa di chi non arriva alla fine del mese? È possibile che in questo Paese ci innamoriamo di milionari e miliardari e che la rivoluzione la deleghiamo a loro? Prima Silvio Berlusconi, vecchio milionario. Poi arriva Grillo, un altro vecchio milionario. E ora arriva – scusi, con tutto il rispetto – il signor Briatore, altro anziano milionario a dirci cosa deve fare o cosa non deve fare lo Stato. Se lei è così ricco è perché questo Stato gliel’ha consentito. Volete ridurre la politica a carta straccia. Prima la politica aveva un senso, un valore. La voce dei lavoratori arrivava in Parlamento. Ora la fate voi milionari la rivoluzione? I milionari fanno gli interessi dei milionari» (Vauro Senesi, 6 febbraio 2014).

Ha ragione da vendere, Vauro: meno milionari e più Fidel Castro per tutti.

«Con un patrimonio di 900 milioni di dollari, il presidente cubano Fidel Castro è uno dei dieci capi di stato più ricchi del mondo. Per la precisione, si piazza al settimo posto della classifica di “Re, regine e dittatori” più facoltosi stilata ogni anno dalla rivista finanziaria Forbes» (La Repubblica, 5 maggio 2006).



Tags: , , ,

6 Responses to "Vauro: abbasso i milionari, noi vogliamo i rivoluzionari"

  • louis says:
  • Domenico says:
  • Domenico says:
  • camelot says:
  • camelot says:
Leave a Comment