Vittorio Feltri spara solo cassate. Vada föra da i ball

Il centrodestra non va rifondato: semplicemente perché mai è esistito. Va creato, semmai. E, per farlo, è necessario preliminarmente mandare a casa tutti quelli – da Berlusconi in giù – che, pur essendosi definiti di centrodestra, alla fine hanno posto in essere solo politiche socialiste. Devono andare a casa loro ed anche i giornalisti che li hanno spalleggiati: Alessandro Sallusti, Maurizio Belpietro e Vittorio Feltri.

Il «direttorissimo», Vittorio Feltri:

«Salvini ha schiaffato nel logo leghista questa scritta: «No euro». Un trionfo (…). La linea di Salvini è stata vincente. Ha consentito alla Lega di recuperare consensi e di tornare ai migliori livelli bossiani.

I risultati delle consultazioni europee sono lì a certificarlo: 6 e rotti per cento. Una cifra lontana da Renzi e da Grillo, ma che, se esaminata limitatamente al Nord, costituisce un fenomeno storico».

La linea di Salvini è stata talmente tanto «vincente», «un trionfo» che «costituisce un fenomeno storico», che la Lega, rispetto alle Europee del 2009, ha praticamente quasi dimezzato la percentuale, i suffragi assoluti e i seggi ottenuti; passando dal 10,21%, 3.126.181 voti e 9 scranni, al 6,16%, 1.686.556 voti e 5 seggi.

«Un trionfo», non c’è che dire.

Feltri farebbe bene ad andare ai giardinetti assieme a Scalfari e a Berlusconi.

Föra da i ball.



Tags: , ,

Leave a Comment