Tag Archive

L’ultima chiamata prima del golpe

Published on Aprile 21, 2013 By camelot

Ieri, dopo circa sessanta giorni di cazzeggio assoluto, il Parlamento, eleggendo il nuovo Capo dello Stato, s’è finalmente acconciato a dichiarare conclusa la ricreazione; e, quantunque Napolitano non abbia dato buona prova di sé nel precedente settennato (giusto per usare un eufemismo), la sua riconferma al Colle va salutata con estremo favore perché può preludere […]

Non sono gli “inciuci” a dar voti a Grillo, ma il malessere sociale, la disoccupazione e le tasse

Published on Marzo 28, 2013 By camelot

«Il buon senso c’era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune». Da quando le elezioni hanno consegnato al Paese un Parlamento balcanizzato e senza maggioranza, circola un convincimento: se il Partito democratico facesse un “inciucio” col Pdl e acconsentisse a formare un esecutivo con lo stesso, perderebbe un mare di voti a […]

Se solo avessero avuto a cuore il bene del Paese

Published on Marzo 27, 2013 By camelot

«Il buon senso c’era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune». Dare vita ad un governo “politico” di larghe intese, appoggiato da Pd, Pdl e Scelta Civica, e dotarlo di un’agenda programmatica condivisa ed in grado di dare risposte immediate ai bisogni materiali degli italiani: questa, la strada obbligata che, all’indomani dell’esito […]

Sempre più probabile un esecutivo di larghe intese anche nella prossima legislatura

Published on Febbraio 15, 2012 By camelot

Sono ancora febbricitante e il post ne risente (siate clementi). Fino a due mesi fa, era solo il sogno proibito di Pier Ferdinando Casini: una ipotesi su cui nessuno, a parte il leader scudocriato, avrebbe scommesso anche solo un centesimo. Adesso, invece, mutatis mutandis, il varo di un esecutivo di larghe intese, anche nella prossima […]