Tag Archive

Giannino: «Aboliremo l’Irap, ridurremo il cuneo fiscale e in 5 anni taglieremo di 80 miliardi le tasse» (1.927 euro ad italiano)

Published on Gennaio 10, 2013 By camelot

Oscar Giannino, ieri l’altro, con una missiva indirizzata al Corriere della Sera, ha spiegato i dettagli del programma della lista che capeggia, Fare per Fermare il Declino, non più parlando solo e soltanto di “punti di Pil” (di spesa, tasse e debito) da falcidiare, ma anche facendo riferimento (e finalmente) a qualcosa di ben più […]

«Portare in Parlamento una pattuglia di rompicoglioni per dire ogni giorno: giù le mani dalle tasche degli italiani!»

Published on Dicembre 21, 2012 By camelot

«Il vecchio sistema dei partiti, sia pur con differenze, ci ha dimostrato per decenni di aver introiettato una sola prassi convergente: quella che ciò che è dello Stato non si tocca, anche se inefficiente, e i problemi di ciò che è inefficiente dello Stato si risolvono prendendolo dalle tasche delle imprese e del lavoro. Questa […]

(Si può) Fare per Fermare il Declino

Published on Dicembre 19, 2012 By camelot

Questo è il logo con il quale Fermare il Declino si presenterà alle prossime elezioni. Così l’ha presentato Oscar Giannino: «Siamo quelli del Fare, perché è il momento di agire con concretezza per fermare il declino. La politica in cui crediamo è fattiva, pragmatica, con poche chiacchiere e molti fatti».

Il Manifesto di Oscar Giannino (video)

Published on Settembre 16, 2012 By camelot

Merita di essere ascoltato, dall’inizio alla fine. Altre informazioni sul Manifesto, qui e qui.

Fermare il Declino, il manifesto di Oscar Giannino per un vero centrodestra

Published on Agosto 5, 2012 By camelot

Riporto da Fermare il Declino: «Dobbiamo fermare il declino italiano, di cui la crisi finanziaria è solo un’aggravante. La classe politica emersa dalla crisi del 1992-94 – tranne poche eccezioni individuali – ha fallito: deve essere sostituita perché è parte e causa di quel declino sociale che vogliamo fermare. L’Italia può e vuole crescere nuovamente. […]