Tag Archive

Quando saranno finiti gli hashtag, e la politica di Renzi apparirà in tutta la sua insignificanza, Grillo trionferà

Published on aprile 28, 2014 By camelot

Il punto è sempre il medesimo. Non è in gioco solo il destino (politico) di Matteo Renzi, è in gioco il destino del Paese: la sua tenuta democratica. Se il Toscanaccio governa male, sbaglia, mente, prende per i fondelli il popolo, promettendogli cose che poi non gli concede, non sarà solo lui a pagarne le […]

Bonus Irpef, Renzi inganna i poveri: prima promette loro gli 80 euro e poi non glieli dà

Published on aprile 18, 2014 By camelot

Gli incapienti sono i poveri veri: coloro che, guadagnando molto poco, fino a 8.000 euro lordi l’anno, non devono versare imposte all’Erario. Il loro numero è noto a tutti: circa 4 milioni di persone (come evidenzia la seguente tabella pubblicata sul sito degli economisti e dei giuristi vicini al Pd, LaVoce.info).

Gli 80 euro promessi da Renzi potrebbero essere solo un bonus “una tantum”

Published on marzo 26, 2014 By camelot

Per avere certezze, come detto altrove, bisognerà attendere il 15 aprile: quando verrà redatto il Documento di Economia e Finanza e messo tutto nero su bianco. Fino ad allora, pertanto, è bene prendere con beneficio d’inventario tutte le informazioni in circolazione.

Manovra. Renzi, tra luci (poche) ed ombre (tante), per ora fa meglio di Monti e dell’ultimo Cav

Published on marzo 15, 2014 By camelot

Una premessa s’impone. I provvedimenti annunciati mercoledì scorso da Renzi sono “scritti sulla sabbia”: non sono ricompresi in disegni di legge o decreti (tranne il Jobs Act). Dunque nessuno può leggerli, i loro contorni non sono definiti e certi, e questo rende impossibile valutarli accuratamente. Il massimo che si possa fare, per ora, è parlarne […]

La nuova manovra di Monti è una porcata recessiva e regressiva

Published on ottobre 11, 2012 By camelot

Partiamo, innanzitutto, da questa tabella pubblicata stamane dal Corriere della Sera. Com’è di tutta evidenza, il saldo complessivo delle due principali misure contenute nella Legge di Stabilità, la riduzione dell’aliquote gravanti sui primi due scaglioni di reddito (dal 23 al 22 e dal 27 al 26%) e l’incremento di quelle Iva all’11 (dal 10) e […]

Dottor Monti e Mister (Tre)Monti?

Published on dicembre 17, 2011 By camelot

La manovra che Monti ha redatto, non convince: gravida, com’è, di tasse e priva di tagli significativi alla spesa pubblica corrente, nonché di privatizzazioni e liberalizzazioni. Un boccone amaro, insomma. E la cui paternità, lor signori politici – la faccia di tolla e l’attitudine a praticar sempre lo scaricabile – provano ad attribuire, per intero, […]

Null’altro che una defecata

Published on dicembre 16, 2011 By camelot

La manovra che il Parlamento s’accinge ad approvare, e che è stata quasi interamente scritta dai partiti che sostengono l’esecutivo Monti, è completamente inutile perché recessiva; al pari delle Finanziarie varate, negli ultimi tre anni, dal precedente governo presieduto da Berlusconi. E, come se non bastasse, disattende, tranne in un caso, le richieste formulateci, quest’estate, […]

La strategia di Silvio: far credere agli italiani che i 115 miliardi di tasse che ha introdotto siano opera di Monti

Published on dicembre 8, 2011 By camelot

Per Berlusconi, la nomina di Monti a primo ministro è stata un’autentica manna dal cielo: buona parte dei 115 miliardi di tasse che ha introdotto con le ultime tre manovre, infatti, entrerà in vigore nel 2012; quando a Palazzo Chigi, cioè, siederà il Professore. Ed è a quest’ultimo che gli italiani – in genere poco […]

Nel bene come nel male, la manovra è stata scritta da Pdl, Pd, Udc, Fli e Idv

Published on dicembre 5, 2011 By camelot

Serviranno giorni per analizzare nel dettaglio tutte le misure contenute nella manovra licenziata dal governo Monti e poter esprimere un giudizio ponderato. Per intanto, però, si possono fare alcune brevissime e modeste considerazioni sparse. Innanzitutto, la manovra, nel bene come nel male, è stata, quasi interamente, dettata dai partiti che appoggiano l’esecutivo. Solo l’eccellente riforma […]

A mettere più tasse son bravi tutti

Published on dicembre 3, 2011 By camelot

Non ci siamo proprio. Monti sta seguitando a dar retta ai partiti (e ai sindacati) e ad accogliere le loro richieste; e il frutto di questa “campagna d’ascolto”, a quanto riferiscono i giornali, sarà una manovra altamente recessiva, gravida di tasse, e per nulla capace di rilanciare la crescita. Partiamo dalle misure positive ch’essa dovrebbe […]