A questo punto, sminuire ancora le primarie dell´Unione è da mentecatti

Amici miei, parliamoci chiaro: che Berlusconi e gli altri leader del centrodestra sminuiscano la portata di queste primarie, è un fatto scontato. Cercano, strategicamente, di condizionare una parte dell´opinione pubblica, un pò come avviene dopo le elezioni e tutti, dico tutti, si dicono vincitori. Ma la realtà , alla fine, è che una coalizione ha vinto e governerà , mentre l´altra è confinata all´opposizione. Punto.
Che vogliamo fare, continuare a dire che non è successo niente, che mobilitare 4 milioni di persone, di domenica, sia una sciocchezza, una baggianata?
Quattro milioni di persone, non solo sono andate a votare, ma hanno anche pagato per farlo, e per delle elezioni che non hanno “valore legale”. E questo per voi, miei cari amici della “blogsfera” di centrodestra, è privo di significato? E´ un´inezia?
I sinistri, fino al giorno prima delle primarie (anche qui per ragioni di prudenza strategica), dichiaravano che avrebbero considerato come un ottimo risultato, il riuscire a far votare un milione di persone. Cioè, ne più né meno, che la somma degli iscritti ai partiti del centrosinistra. Hanno portato a votare 3 milioni di persone in più rispetto al numero dei loro iscritti. E per voi è poca roba?
Noi, ve lo dice uno che ha fatto politica per tanti anni, non ci saremmo riusciti mai!
Ci è già  difficile portare a votare i nostri elettori nei giorni d´estate (leggetevi, per favore, il dizionario di politica di Bobbio, Matteucci e Pasquino, in cui tra i tanti argomenti, si analizza anche il comportamento dell´elettore “moderato”, e a tal riguardo ne parla Domenico Fisichella, uno dei fondatori di An, non un bolscevico!)!
Amici cari, parliamoci chiaramente, sono tre anni che, ad ogni tornata elettorale, le prendiamo di santa ragione. Come dire, qualche “piccolo” segnale, lo stiamo ricevendo. Negare, e poi negare, e ancora poi negare, come dire…….è un po´ da coglioni!
Forse, e dico forse, faremmo cosa giusta e finanche doverosa (se il nostro intento, non solo a parole, è quello di far vincere il centrodestra) a prendere “un po´ più” sul serio l´esito di risultati a noi sfavorevoli. Vi ricordo, che i primi a sminuire qualcosa, furono i sinistri, nel 1994. Ve lo ricordate come è andata a finire per noi?
Mi auguro di sì.
Concludendo, mi si accusi pure di catastrofismo, non m´importa, ma qui si prepara un´ecatombe per noi, a mio modestissimo avviso. L´insoddisfazione di larga parte del popolo, nei confronti di Berlusconi e del suo (“nostro”) governo è enorme, palpabile, patente e diffusa. E ieri 4 milioni di persone sono andate a votare anche per esprimere questo!
O riusciamo a fare qualcosa di significativo per il Paese, in questi pochi mesi che ci separano dal voto, o è meglio che noi si faccia provvista di antiemorroidali!

Leave a Comment