2 milioni di euro a Consorte

Questi i fatti descritti dal Corriere della Sera:
Ieri mattina si è presentato alla Procura di Milano, spontaneamente, Bruno Bertagnoli, ex agente di Borsa. A Giulia Perrotti e a Francesco Greco, entrambi pm, ha dichiarato di essere lui il “proprietario” del dipinto del Canaletto, ritrovato vicino alle cassette di sicurezza di Fiorani.
Bruno Bertagnoli, tuttavia, si è presentato in Procura, non per chiarire la questione delle proprietà  del dipinto, quanto per rendere la propria testimonianza su alcune fattispecie, oggetto di indagine da parte della Banca d´Italia.
Bertagnoli ha ammesso di essere titolare di un conto corrente, presso la Banca Popolare di Lodi (presieduta da Fiorani), su cui sono stati accreditati 80mila dei 130mila euro sottratti ad un correntista morto.
Ma ha aggiunto anche, e qui la questione si fa ancora più seria e grave, di aver investito danaro assieme a Gianfranco Boni, ex direttore generale della Bpl e braccio destro di Fiorani, in un´operazione borsistica avente ad oggetto titoli Unipol.
Da questa operazione Bertagnoli ha guadagnato, assieme a Boni, una plusvalenza di circa 3 milioni di euro; e su indicazione di Boni, ha fatto due bonifici verso un conto estero cifrato (in Svizzera), ciascuno da un milione di euro.
Sempre Bertagnoli ha affermato di aver chiesto a Boni di chi fosse il conto cifrato verso cui effettuare gli accrediti, e di aver ricevuto come risposta: “di Consorte”.
Vale a dire del Presidente della stessa società , la Unipol, sui cui titoli Bertagnoli e Boni avevano guadagnato i 3 milioni di euro.
Questa la testimonianza dell´ex agente di Borsa.
Detto ciò, qualora i pm dovessero verificare la veridicità  di queste dichiarazioni, la posizione processuale di Giovanni Consorte, ad oggi indagato per aggiotaggio nella vicenda pertinente la scalata di Antonveneta, ovviamente finirebbe per aggravarsi ancor più.
Una cosa tuttavia è certa, questa storia turba i Ds in maniera non trascurabile: ci stanno perdendo la faccia, e qualcuno forse inizia a temere le manette!

P.S. autoreferenziale: giovedì 22 dicembre, alle ore 14.06, c´è stata una “visita” a questo blog, partita dalla “Compagnia Assicuratrice Unipol” 🙂

Giovanni Consorte, Unipol´s President, an economic company near at
D.S., the Italian Left Party, he was accused of illegally receive 2 millions of euro.

Tracked back to The Crazy Rants of Samantha Burns, Stop The Aclu, Point Five, The Uncooperative Blogger, Oblogatory Anecdotes, NIF, Cao’s Blog, TMH’s Bacon Bits, The Real Ugly American, Real Teen – Right on the Right

Leave a Comment