Quella follia infantile chiamata superiorità  morale

Capita quando si ragiona con le categorie dell´assoluto. Capita anche quando si guarda alla modernità  con disgusto e superiorità .

Capita quando ci si crea una seconda pelle con le proprie idee, dopo averle sublimate: i miei ideali sono il mio secondo corpo, il primo è così e così, ma il secondo è magnifico.

Capita anche quando la cocciutaggine e il carattere c´impediscono di crescere, e di cambiare, quando tutto evolve e magari non ci piace: la realtà  è uno schifo, i miei ideali no. E la realtà  fa schifo solo perché non collima con i miei ideali. Se gli assomigliasse sarebbe magnifica.

Capita quando non si capisce una cosa, semplice, banale e triste: che la vita non è mai stata migliore di questa, e mai lo sarà .

Ed io posso pretendere qualcosa di più giusto, più leale, e più etico solo da me stesso.

E se non ci riesco, è meglio che mi taccia, e che la smetta di farmi scudo con ideali che solo di uomini vivono: e siccome gli uomini sono modesti, nessuna idea, mai, li renderà  migliori.

Solo io posso rendere migliore la mia vita. Nessun altro può farlo.

Leave a Comment