E Rosy Bindi si fece il Blog

Che bel donnino!

Non c´è che dire, la Rete sta contagiando tutto e tutti, e se non hai un Blog sei un nessuno e rischi l´esclusione sociale.

Ecco allora arrivare nelle Blogosfera la dossettiana di ferro, colei che fu definita con eleganza da Vittorio Sgarbi, “Più bella che intelligente“: Rosy Bindi.

Il suo Blog riflette la personalità  della tenutaria: sobrio, di altissimo livello, molti contenuti, moltissima cultura. E che cultura!

Ecco a voi un esempio tratto dal BindiBlog:

La Cipolla

di “Vista con granello di sabbia”

di Wislawa Szymborska

La cipolla è un´altra cosa.
Interiora non ne ha.
Completamente cipolla
Fino alla cipollità .
Cipolluta di fuori,
cipollosa fino al cuore,
potrebbe guardarsi dentro
senza provare timore.

In noi ignoto e selve
di pelle appena coperti,
interni d´inferno,
violenta anatomia,
ma nella cipolla " cipolla,
non visceri ritorti.
Lei più e più volte nuda,
fin nel fondo e così via.

Coerente è la cipolla,
riuscita è la cipolla.
Nell´una ecco sta l´altra,
nella maggiore la minore,
nella seguente la successiva,
cioè la terza e la quarta.
Una centripeta fuga.
Un´eco in coro composta.

La cipolla, d´accordo:
il più bel ventre del mondo.
A propria lode di aureole
da sé si avvolge in tondo.

In noi " grasso, nervi, vene,
muchi e secrezione.
E a noi resta negata
L´idiozia della perfezione.

Ecco, a noi moralmente e culturalmente inferiori, come dire, pare di capire che la Bindi vorrebbe rinascere cipolla. E non avremmo nulla in contrario.

Se non fosse però che non abbiamo capito una cosa: perché cipolla sì e sfogliatella no?

Cos´ha la sfogliatella in meno rispetto alla cipolla? 🙂


Per la serie: alla ricerca della cipolla perduta!

° 

Leave a Comment