Fini e la questione dell´Ici sulla prima casa

Intervistato dal Giornale, e parlando di politiche per il futuro, Gianfranco Fini ha dichiarato:

Abbiamo la necessità  di rivedere la tassa sulla casa introducendo un principio di maggiore equità . Se una famiglia l´ha in proprietà  e ci vive, non deve pagare quanto chi l´affitta! Bisogna operare una distinzione nel gettito tra queste due categorie“.

Allora, Presidente, con tutta la stima che si ha per lei, una precisazione va fatta:

Se le sue parole si riferiscono alla volontà  di abbassare l´Ici per le casa in cui si vive, nulla quaestio. Se tuttavia l´obiettivo è quello di abbassare l´Ici per la casa in cui si vive, finanziando questa riduzione attraverso un aumento dell´Ici stessa, a carico di coloro che hanno anche immobili “fittati”, la questione si complica. E ci sale una forte delusione.

Le tasse non si aumentano Presidente. La riduzione della tassazione per alcune categorie di soggetti, non deve essere mai e poi mai finanziata con un inasprimento della fiscalità  per altri soggetti. Mai!.

Il Centrodestra deve essere una coalizione Liberale e Liberista, responsabile certo e assennata, ma deve essere una coalizione di soggetti politici che vogliono ammodernare lo Stato. Rendendolo più “leggero” e meno “iniquo”.

Lo Stato ha tante voci di spesa folli. Lo Stato sperpera risorse dei cittadini, e per finanziare la riduzione ad esempio dell´Ici, non c´è bisogno di aumentare le tasse a quanti usino immobili per avere un´ulteriore fonte di entrata (su cui oltretutto pagano tasse).

E´ sufficiente, invece, non “regalare” soldi alle imprese di Stato. Vuole trovare la “copertura finanziaria” per ridurre l´Ici sulla prima casa?

Perfetto, non dia più soldi all´Alitalia!

Questo farebbe un Governo di Centrodestra Liberale e Liberista!

Questo deve proporre il Leader di un partito di Destra Moderna e Liberale!

Questo deve proporre “un” Gianfranco Fini. Altrimenti è solo “un altro” Casini!

Traslate

Tracked back to The Liberal Wrong

Leave a Comment