Chi vola vale, chi non vola non vale

La vita è una tragica fatalità  tra il niente e il tutto.

E´ un attimo eterno che procrastina il ritorno.

Ma è un attimo che va impiegato al meglio.

Angelo D´Arrigo, questo attimo lo ha usato per vivere come un nefelim. E c´è riuscito.

Ha conosciuto e vissuto con le aquile e le nuvole. Con i limiti “naturali” e con il loro superamento. Con le sfide, e a modo suo.

Ieri è ritornato al punto da cui è venuto.

Ma c´è ritornato nel migliore dei modi!

Con quel tocco di classe che il destino, con enorme senso estetico, riserva ai grandi uomini.

Leave a Comment