Fassino: “non siamo il partito delle tasse”

Si apprende che i Ds non sarebbero il Partito delle Tasse.

Poi uno si ricorda dell´Irap introdotta da loro, e giudicata illegale dall´Unione Europea.

Poi uno si ricorda l´Eurotassa introdotta da loro per “entrare” in Europa.

Poi uno apprende che vogliono aumentare le Tasse sui Bot e Btp, portando l´aliquota dal 12,5% al 20 % circa.

Poi uno apprende che vogliono reintrodurre le Tasse sulle Donazioni e sulle Successioni.

Poi uno apprende che vogliono Tassare i grandi patrimoni (Pecoraro Scanio vuole una patrimoniale per chi possieda 50 unità  immobiliari, mentre Bertinotti la vuole applicare per chiunque abbia più di una casa).

Poi uno si ricorda che in tutte le Regioni in cui governano “loro”, questi signori aumentano il numero dei consiglieri regionali (e noi spendiamo di più, per mantenere tutti loro, e di fatto è come se pagassimo una nuova tassa), e in più questi signori si aumentano anche lo stipendio.

Poi uno si ricorda che in tutte le amministrazioni territoriali in cui governano “loro”, aumenta il numero dei consulenti. E noi paghiamo di più, come se ci fosse una nuova tassa. Salvo poi sentirci dire da “questi qui”, che non ci sono soldi sul territorio, chè Berlusconi è un affamatore di Popolo e ha tagliato i “trasferimenti” (e non è vero, perché sono aumentati i trasferimenti per le spese in “conto capitale”, cioè per gli investimenti, mentre si è imposto alle amministrazioni di usare in modo più oculato ed efficiente i trasferimenti per le spese in “conto corrente”).

E insomma signora mia, qui i conti non tornano.

Come dire: se i Ds non sono il Partito delle Tasse, io e Angelina Jolie facciamo sesso ogni giorno, e “assieme”!

Leave a Comment