L´abolizione del termine “onorevole”

Dunque, Fausto Bertinotti sarebbe intenzionato° a eliminare l´uso della parola “onorevole”, impiegata per rivolgersi a coloro che sono stati eletti alla Camera dei Deputati. Si tratta di un´iniziativa che, ovviamente, avrebbe solo un mero valore simbolico. Ma che tuttavia merita interesse e rispetto.° 

Ci provò la Pivetti a “bloccare” questa consuetudine: i fatti ci dicono che non vi riuscì. C´è un che di estremamente squallido e arrogante nel farsi chiamare “onorevole” da parte di un Deputato: è la volontà  di rimarcare nei confronti del cittadino qualunque, la propria “superiorità “, il proprio potere, la propria influenza.

Ed è triste constatare che spesse volte, dietro la parola “onorevole” si celino vissuti che onorevoli non sono affatto.

Oltre che una carenza di titoli di studio tale, che appare irrinunciabile per molti deputati farsi chiamare “almeno” onorevole!

La Casa delle Libertà  invece sta opponendo a questo piccolo e condivisibile cambiamento, una serie di motivazioni banali e dozzinali. Prive di logica e fondamento.

Giovanardi ricorre al “parallelo storico”, ricordando come anche durante la Rivoluzione Francese, i giacobini imposero addirittura il cambiamento del nome dei mesi del calendario.

Altri parlamentari del centrodestra invece ricorrono al motteggio, quando non anche al puerile sfottò.

E in questo sbagliano, e anche parecchio.

Che il centrosinistra stia mostrando un´enorme arroganza nei primi atti di governo, è pacifico. Ma questo non vuol dire che occorra “attaccare” qualunque atto o provvedimento, la sinistra voglia porre in essere.

Oltretutto, è il centrodestra che dovrebbe promuovere iniziative del genere (non a caso la Pivetti militava nella Lega): perché iniziative come questa, sono contro i privilegi (anche solo formali) che la partitocrazia ascrive a se stessa.

L´opposizione sempre, ci mancherebbe. E anche durissima!

Ma il buonsenso impone che se la maggioranza vuole fare qualcosa di giusto, l´opposizione non ostacoli le sue iniziative pur di opporsi.

Serietà . E affidabilità .

Sempre!

° 

° 

59 Responses to "L´abolizione del termine “onorevole”"

  • andy says:
  • camelot says:
  • Leaver says:
  • camelot says:
  • luigi-luis says:
  • Leaver says:
  • Leaver says:
  • camelot says:
  • Immuno says:
Leave a Comment