Ayaan Hirsi Ali: la parlamentare costretta ad abbandonare l´Olanda

Ayaan Hirsi Ali è una somala.

Una somala infibulata all´età  di cinque anni.

Ayaan Hirsi Ali ha lavorato alla sceneggiatura di Submission, il film che è costato la vita al regista Theo van Gogh (sgozzato da un fanatico islamista).

Ayaan Hirsi Ali nel 1992 fugge dalla Somalia e arriva in Olanda. Raccontando di essere scappata ad un matrimonio combinato.

Ayaan Hirsi Ali diventa deputato del partito liberale: si distingue per le lotte a favore delle donne islamiche. Per emanciparle dalla “schiavitù islamista”. Per dar loro dignità . Per porre fine a quell´abominio chiamato infibulazione.

Ayaan Hirsi Ali dal 2004 vive sotto scorta perché ha “ricevuto” una condanna a morte tramite fatwa.

Qualche mese fa Ayaan Hirsi Ali ha dovuto abbandonare il proprio appartamento. Perché i suoi vicini non la volevano: temevano che la minaccia di condanna a morte, che pesa sul capo di Ayaan, potesse creare loro seri problemi.

Poche settimane fa Ayaan Hirsi Ali è stata costretta ad abbandonare l´Olanda: un documentario mandato in tv, “segnalava” come la donna avesse mentito. Non solo sul passaporto falso (per stessa ammissione di Ayaan) necessario per fuggire dalle “brutture” cui la “schiavitù islamista” l´obbligava. Ma ha mentito anche sul “matrimonio combinato”.

Ha mentito per ottenere asilo politico in Olanda.

Ha mentito per “combattere” la crudeltà  islamista e vivere “libera” in un paese “normale”.

Ha mentito per spendere la sua vita per difendere la dignità  delle donne islamiche.

Ha dovuto lasciare l´Olanda e l´Europa. Nessun governo europeo che si sia dichiarato disponibile ad accettare la donna. La condanna a morte che pesa sul suo capo faceva paura a troppi. Ma non a tutti.

Robert Zoellick, vice segretario di Stato Usa, le ha chiesto di raggiungere l´America.

L´American Institute di Washington (think tank neocon) le ha anche offerto un lavoro.

Mentre l´Europa colpevolmente taceva. E in Italia il suo nome nemmeno si osava pronunciarlo.

° 

° 

° 

8 Responses to "Ayaan Hirsi Ali: la parlamentare costretta ad abbandonare l´Olanda"

Leave a Comment