E ad aumentare i costi della politica ci si mette anche Bertinotti

La carica dei 102 (di cui si è parlato nei giorni scorsi) evidentemente non era sufficiente a “placare” la fame di danaro degli attuali governanti.° 

Bisognava anche mettere mano ai gruppi parlamentari, per consentire ad un ancora più elevato numero di persone, di “racimolare” quattrini a scapito del cittadino contribuente.

Così Bertinotti, il democratico che da Presidente della Camera guadagna 200.000 euro netti l´anno, ha deciso di porre in essere delle “deroghe” a quanto disposto dal regolamento della Camera dei Deputati.

Per costituire un gruppo parlamentare, il regolamento prevede che il gruppo stesso disponga di almeno 20 deputati.

Ma Bertinotti, per amore di democrazia (s´intende!), ha concesso “larghe” deroghe a diversi partiti: ai Comunisti Italiani di Diliberto, alla Rosa nel Pugno, ai Popolari – Udeur di Mastella, ai Verdi, e alla Dc – Psi.

Così, mentre nella scorsa legislatura, i gruppi alla Camera erano 8, adesso invece grazie a Bertinotti sono 13 (mentre al Senato sono passati da 9 a 10).

Vediamo ora cosa comporta, in termini di costi, l´aumento di gruppi parlamentari.

Innanzitutto, alla Camera, ogni gruppo percepisce 200 mila euro l´anno.

E accanto a ciò, circa 2 mila euro al mese per ciascuno dei componenti il gruppo.

Costituirsi in gruppo parlamentare, evidentemente conviene parecchio!

Accanto a queste “dazioni”, c´è altro ancora: i rimborsi elettorali per chi si costituisce in un gruppo parlamentare sono molto più sostanziosi. Si ha diritto a nominare un segretario di presidenza, il quale riceve una “dazione” di circa 300 mila euro l´anno. Un´auto per gli “spostamenti istituzionali”, e un gettone mensile di circa 4.500 euro.

Al Senato, invece, sono un po´ più sfigatelli.

I gruppi parlamentari non ricevono una “dazione annuale” come alla Camera.

Mentre ogni membro del gruppo (che si può costituire con almeno 10 aderenti) riceve fino a 3.300 euro mensili (qualora il gruppo arrivi a 10 persone). Se il gruppo però supera le dieci persone, oltre ai 3.300 euro cadauno, in più si ricevono altri 1.400 euro.

Oltre ovviamente ad una “modesta” dazione di 70 mila euro l‘anno, per reperire “collaboratori” in numero proporzionato alla consistenza di ciascun gruppo.

Insomma sempre noi a pagare!

E loro a intascare!

° 

Tracked back to Dumb Ox

° 

Leave a Comment