Mentre l´italietta delle mezze seghe spettegola sulla condotta sessuale di Vittorio Emanuele e Salvo Sottile, Prodi si accinge a tagliare le pensioni e a non rinnovare gli stipendi agli statali

Allora, innanzitutto chiedo scusa ai lettori del mio blog se ieri non ho potuto “postare”, ma ero molto stanco.° 

La sera prima ho avuto un incontro ravvicinato con 2 soubrette che ho piazzato in Rai. E si sa (quanto meno lo si è appreso di recente), noi destri siam sessualmente molto voraci, ma si sc… solo grazie al “do ut des”.

Talchè essendo riuscito a far lavorare le due tipe, le due tipe “volontariamente” si sono volute dimostrare riconoscenti con il sottoscritto. E da brave “porcelle doc” mi hanno fiaccato. Da qui, quindi, il motivo del mio silenzio di ieri.

Un silenzio dettato, ovviamente, non solo dalla spossatezza per i miei “cimenti sessuali”, ma anche dal fatto che dovevo capire un po´ di cosette.

Bene, qualche parolina sul Principe e su Sottile è indispensabile.

In primis, io sono monarchico. Cresciuto a pane e “onore, lealtà , onestà , valentia, eccellenza, solidarietà  e responsabilità “. Roba vecchia. Roba che la più parte di voi giudicherebbe “antica”. Roba che la più parte di voi non è in grado di “incarnare” o di “sostenere” nella vita.

Roba che ha ispirato il monarchico e destro Paolo Borsellino e il monarchico Giorgio Ambrosoli. Finiti come sono finiti “proprio” per i valori che avevano!

La condotta del Principe Vittorio Emanuele, quale che sia il responso delle indagini della magistratura, non è una condotta all´altezza di quel “codice d´onore” e di valori che ispira la vita di ogni monarchico. E di ogni nobile (io non sono nobile, sono un normalissimo borghese!).

La nobiltà  non è blasone. O per lo meno non è solo blasone. E´ nobiltà  di spirito. E´ vita spesa per la Patria o per gli altri. Con abnegazione, coraggio e assoluta indifferenza rispetto al proprio tornaconto personale.

Al riguardo bisognerebbe scrivere tantissimo per essere chiari, ma non si ha né il tempo né la voglia di farlo. Ci si accontenti di quello che si è detto. Il Principe Vittorio Emanuele è una vergogna per il Casato Savoia!

Salvo Sottile.

Dunque, qui le cose da dire sarebbero tantissime. Essendo il sottoscritto un ex missino (ed un ex aennino che ha ricoperto qualche incarico giovanile) che ha “incontrato” Fini in un paio di circostanze, potrebbe dire tante cose su di lui (Fini), e su come “gestisce” il Partito (o meglio, su come fa gestire il partito a terzi, senza interessarsene). Però anche qui manca la voglia e il tempo.

Su Sottile dico solo che, anche qui, qualunque sia il responso della magistratura, la sua condotta è ignobile. Chiedere “performance sessuali” in cambio di una “sistemazione lavorativa” è roba squallidissima.

Degna di Craxi e della sua corte! Degna, insomma, di persone di sinistra!

La Destra è altro. E Salvo Sottile, se fosse vero ciò che gli è stato imputato, ovviamente non solo andrebbe cacciato da An, ma di sicuro andrebbe classificato come “persona di sinistra”. Niente a che vedere con noi!

Però poi devo aggiungere ancora altro.

Dunque, oggi il Corrierino di Sinistra (che sulla vicenda ci sta “marciando” parecchio) ha intervistato Donna Assunta Almirante.

La quale, sospesa a metà  tra l´imbalsamazione (del cervello) e un interesse eccessivo per il fondo tinta (troppo accentuato, non proprio da “signora bene”, più che altro da…) ha raccontato che il suo Giorgio (il nostro Giorgio Almirante) certe cose non le avrebbe mai fatte.

Certo. Ovvio. Era un uomo di destra. Un galantuomo. Un cavaliere vero!

Non aveva bisogno di applicare il “do ut des” per sco…., gli bastava essere Giorgio Almirante.

Con il suo carisma e il suo fascino. E con la sua garà§onnierre a pianta stabile nella mia città , Napoli! Come “sa” qualunque ex missino d´Italia! Donna Assunta Almirante c´ha “troppe corna” per parlare di queste cose!

Ciò detto, il moralismo sulle questioni sessuali è roba da mezze seghe, quando non abbia risvolti penalmente rilevanti. Questo spiega l´enorme risonanza che questi eventi stanno ricevendo.

Una risonanza, che serve oltre tutto a “tacere” sui problemi del Governo Prodi!

Sono 3 giorni, dico 3 giorni, che le prime nove pagine, dico nove pagine del Corriere della Sera, sono completamente “occupate” da questa vicenda.

Come dire: in casa dell´Unione stanno brindando!

Meglio di così non poteva andare loro. L´italietta delle mezze seghe sta lì a compulsare le pagine dei giornali, con la bava alla bocca, rabbiosa e sguaiata, e le altre mezze seghe, gli attuali governanti, stanno preparando un´inculata senza precedenti per il popolo degli italioti! Gente infima che “chiagne e fotte“!

E veniamo al dunque. Tre sono gli interventi che il “governo dei testimoni di nozze dei mafiosi” si accinge a varare per “sodomizzare” gli italioti: il taglio delle pensioni, il blocco dell´aumento degli stipendi per gli statali, e un aumento della pressione fiscale per i ricchi!

Si tratta di indiscrezioni, è bene precisare. Indiscrezioni che tuttavia sono a conoscenza dei sindacati, che sono già  pronti a scioperare. Indiscrezioni che, guarda caso, sulla “stampa di Regime”, china come pecora ubbidiente all´attuale governo, “casualmente” non trovano spazio, risonanza e pubblicità . Chi sa perché!

Circa l´aumento della pressione fiscale sui ricchi, ad ispirare misure di questo genere sarebbe la Germania. Lì dove si è stabilito che dal 2007 ci sarà  un inasprimento della tassazione, quantificabile in un aggravio del 3% dell´aliquota che riguarda le “coppie” che abbiano un reddito di 500 mila euro (o nel caso di “single”, un reddito di 250 mila euro).

Prodi lo ha detto chiaramente:

Non posso governare un paese per 5 anni per giungere ad una distribuzione del reddito iniqua, come quello che è avvenuto negli ultimi anni. Questo è intollerabile“.

Anche se poi ha in parte corretto, dicendo che:

Sia riguardo a questa imposta, sia riguardo l´Iva le situazioni dei due paesi sono diverse e non è che si possono applicare automaticamente le stesse misure cha ha adottato un altro paese“.

Staremo a vedere, sull´argomento cosa deciderà  il suo esecutivo. Sta di fatto che la grande stampa di ciò non si occupa minimamente.

Veniamo poi alla questione dell´aumento degli stipendi agli statali.

Prodi sarebbe intenzionato a “congelare” gli aumenti degli stipendi agli statali per un paio di anni (il sistema in vigore dal 1993, stabilisce che ogni due anni vada rivisto il “trattamento economico” degli statali). Si tratta di un provvedimento serio e completamente in disaccordo, con quanto detto dall´Unione in campagna elettorale. Quando si sosteneva che bisognava attuare una seria “politica dei redditi”, chè il potere d´acquisto di salari e stipendi, negli ultimi anni, s´è ridotto.

Insegnanti, dipendenti pubblici, professori universitari e tutto quell´insieme vastissimo di soggetti che vanno sotto la definizione di “statali”, potrebbero trovarsi con l´amaro in bocca.

Era stato promesso loro un “trattamento di favore”, ed invece è molto probabile che si prepari loro uno scherzetto da panico!

Anche su questo argomento, chi sa perché, la “stampa di Regime” tace. Nulla traspare. Nulla si legge. Alla faccia del Regime che stanno preparando, questi qui!

Andiamo avanti. Un altro provvedimento, di sicuro il più serio e il “meno di sinistra”, che l´attuale esecutivo starebbe prendendo in considerazione, riguarda il “taglio” delle pensioni.

La situazione è questa: la riforma Dini del 1995 (si badi bene, riforma Dini, legge 335 del 1995, non riforma Maroni!), prevede che ciclicamente si riunisca un “nucleo di valutazione” dell´Inps, per verificare la “sostenibilità ” della spesa pensionistica (data la crescita del Pil e dato l‘andamento demografico), e la sostenibilità  dei coefficienti di trasformazione.

Bene, il 28 giugno prossimo, il “nucleo di valutazione” dell´Inps si riunirà .

E il governo Prodi, conoscendo già  a grandi linee il responso che il nucleo darà , si accinge ad una “stangata” sulle pensioni e sui pensionati.

In sostanza, corre voce che l´esecutivo dell´Unione sarebbe intenzionato a tagliare le pensioni di una percentuale che, a quanto si narra, oscilla tra il 4,3% e il 5,5%.

Mi sono spiegato?

Le pensioni saranno molto probabilmente “tagliate”. Che non è come dire propriamente una “politica di sinistra”!

I sindacati, infatti, sono già  sul piede di guerra.

Giorgio Cremaschi, segretario nazionale Fiom-Cgil, sostiene che se il governo Prodi si accinge ad intervenire, come già  fu nel ‘92, con il blocco dei contratti e tagliando spesa pensionistica e sanitaria:

Il sindacato confederale non può fare altrettanto aspettando fino all´autunno per scendere in lotta, il sindacato confederale deve prepararsi a scioperare già  prima delle ferie. Questo è il solo modo per far capire al governo che non può continuare a subire solo la pressione dei poteri forti e delle Banca centrale europea“.

Capito cos´ha detto Cremaschi? Vuole scendere in piazza prima delle ferie estive!

Ma anche la Uil è in allarme. E per essa parla Sergio Miniati:

Se c´è una valutazione da fare al più presto è quella sulle voci che rientrano nella spesa previdenziale ma che con la previdenza non hanno niente a che fare come gli sgravi per le aziende“.

Mentre per Renata Polverini, segretario generale del sindacato di destra Ugl:

L´ultima riforma previdenziale ha ampiamente rivisto il modello individuato con la Dini. Perciò non riteniamo opportuno riaprire il confronto nemmeno in merito ai coefficienti di trasformazione“.

Invece Guglielmo Epifani, in un´intervista al Sole 24 Ore ha definito:

Ingiusta verso i giovani la revisione dei coefficienti“.

In sostanza, mentre l´italietta alle vongole, quella delle mezze seghe, discetta amabilmente di soubrette, slot machine e scopate a pagamento, il governo Prodi si accinge a fottere (nell´assoluto silenzio mediatico) milioni di italiani!

E poi si dice che qualcuno ha fatto male a parlare degli Italiani, definendoli coglioni!

° 

14 Responses to "Mentre l´italietta delle mezze seghe spettegola sulla condotta sessuale di Vittorio Emanuele e Salvo Sottile, Prodi si accinge a tagliare le pensioni e a non rinnovare gli stipendi agli statali"

  • capemaster says:
  • camelot says:
  • alessandra says:
  • moltitudini says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • azael says:
  • azael says:
  • camelot says:
  • moltitudini says:
  • camelot says:
  • rape says:
Leave a Comment