Politica estera: Unione prossima al collasso

Massimo D´Alema, Vice Premier e Ministro degli Esteri:° 

La maggioranza di governo deve essere in grado di sostenere la politica estera del governo. E´ in gioco la credibilità  di una maggioranza politica, che non può che contare su una maggioranza parlamentare anche per le sue scelte di politica estera“.

Dichiara ancora di avere “il più grande rispetto“, per coloro che hanno espresso la loro volontà  di non votare il rifinanziamento della missione in Afghanistan, ma aggiunge anche che questa situazione deve essere “oggetto di una riflessione da parte delle forze politiche interessate e da parte dei parlamentari che hanno annunciato questa loro contrarietà “.

E poi l´affondo da democristiano doc:

Tutti i voti che sostengono scelte così delicate e impegnative come quelle contenute nel provvedimento che il Consiglio dei Ministri approverà , sono benvenuti. Un consenso parlamentare più ampio sarà  un fatto certamente positivo. Non riuscirei a capire il voto contrario di chi condividesse i contenuti del provvedimento“.

Non riuscirebbe a capirlo?

Si vede che non gli è chiaro, che nelle democrazie l´opposizione, in genere, non governa assieme alla maggioranza.

E poi, siete coesi? Avete sottoscritto tutti lo stesso programma? Avete sempre detto di essere affidabili, la “serietà  al Governo”, e allora, ora cosa volete da noi?

Arrangiatevi e governate, se ci riuscite!

Altrimenti che si ritorni al voto!

° 

Leave a Comment