La Corte dei Conti bacchetta il governo Prodi: non c´è lotta all´evasione fiscale

Ve la ricordate la storiella della riduzione del cuneo fiscale di 5 punti in un anno?° 

Bene.

Ve la ricordate la storiella, che questa riduzione (nelle intenzioni di Prodi) la si sarebbe dovuta finanziare con gli introiti della lotta all´evasione fiscale?

Bene.

Vi ricordate poi la storiella che l´evasione fiscale, sempre secondo i signori della sinistra, sarebbe aumentata a causa di Berlusconi? (cosa non vera, come dimostra questo articolo di Repubblica, in cui per l´appunto si dice che l´entrate per l´erario vanno benissimo. Talchè non è vero che sia aumentata l´evasione fiscale!)

Bene.

E allora uno cosa poteva aspettarsi dall´avvento di Prodi al governo?

Poteva aspettarsi una seria ed articolata lotta all´evasione fiscale. Una roba da duri e puri.

E invece niet!

La Corte dei Conti, come potete leggere qui, ha attaccato duramente il Dpef varato dal governo Prodi. Criticandolo su molti punti.

La somma magistratura contabile, infatti, ha affermato che le misure di lotta all´evasione fiscale, quali traspaiono dal Dpef sono: “troppo indeterminate“.

Aria fritta. Roba da fighetti parolai, insomma!

Ma la Corte dei Conti è stata impietosa anche su altro.

Ha considerato, ad esempio, troppo ottimistica la previsione di crescita del Pil attorno all´1,2% per il 2007. Giudicandola: “non verificabile“.

Non solo.

La Corte dei Conti si dice preoccupata per l´andamento della spesa pubblica e, ribadendo l´ottimo andamento delle entrate, teme che stante il livello di spesa pubblica, il primo “sarebbe assorbito interamente” dalla seconda.

Insomma un giudizio, quello della magistratura contabile, tranchant. Impietoso.

Diciamolo ancora più chiaramente: una sonora bocciatura per il primo documento economico del governo Prodi!

Chi inizia bene è già  a metà  del cammino.

E chi inizia male?

° 

4 Responses to "La Corte dei Conti bacchetta il governo Prodi: non c´è lotta all´evasione fiscale"

Leave a Comment