Comunisti da barzelletta e da pernacchie: Alberto Asor Rosa

Dunque, come forse molti sanno, Giorgia Meloni che è vicepresidente della Camera e Segretario Nazionale di Azione Giovani (la struttura giovanile di Alleanza Nazionale), ha invitato Fausto Bertinotti alla Festa che i giovani di An terranno il 16 settembre.° 

Bertinotti, che in passato aveva rifiutato analoghi inviti, questa volta ha deciso di accettare. E´ pur sempre il Presidente della Camera dei Deputati. Rappresenta tutti i partiti che siedono in Parlamento.

Sarà  quindi alla Festa di Azione Giovani. Bon.

Apriti cielo: quando la notizia si è appresa, i Comunisti del PdCi, Rizzo e Diliberto in primis, hanno lanciato scomuniche a l´ex leader di Rifondazione Comunista.

Accusandolo di tradimento ai sacri valori dell´antifascismo.

E per tutta risposta hanno detto che in quella stessa data, loro, i Comunisti veri, quelli duri e puri, scenderanno in piazza per una gloriosa manifestazione antifascista.

Olè!

Con un chiarimento doveroso, però.

Alleanza Nazionale non è un partito fascista, ovviamente.

E non solo.

Alleanza Nazionale e la sua dirigenza politica hanno accettato l´antifascismo come valore fondante la democrazia italiana.

E´ scritto nero su bianco nei documenti della “svolta di Fiuggi”.

Ancora di più: Fini ha definito il Fascismo come “male assoluto”.

Chiunque pensi che Alleanza Nazionale abbia qualche contiguità , anche solo labile con il Fascismo, è un emerito imbecille!

Ma ovviamente queste cose sono note a Rizzo e a Diliberto.

E il loro è solo un tentativo grottesco per scavalcare a sinistra Rifondazione Comunista.

Devono far vedere che sono loro i “custodi” dell´ortodossia comunista.

Quindi è una polemica davvero pretestuosa e strumentale. Una roba di infimo livello.

La cosa però più interessante, è la sortita che al riguardo ha fatto il celebre italianista Alberto Asor Rosa.

Che intervenendo a difesa di Bertinotti, in un´intervista concessa al Corriere della Sera, ha detto cose davvero grottesche.

Del tipo:

Vede, io distinguerei. Nella mia vita ho avuto alcune esperienze istituzionali, legate all´università , che mi hanno messo in contatto con giovani e meno giovani iscritti ad An, e ovviamente ho ritenuto che il rapporto dovesse essere normale e disteso. Però mi pare che la scelta di Bertinotti sia di natura diversa. Non consiste nel trattare, da presidente della Camera, con i deputati di An. Accettare quell´invito significa andare a discutere in pubblico con i giovani di una fazione politica a cui è difficile riconoscere una piena legittimità  culturale e politica. Io, per il valore simbolico del gesto, non ci sarei mai andato“.

E´ “difficile riconoscere una piena legittimità  culturale e politica” ad Alleanza Nazionale?

Ma che tipo di superalcolico ha bevuto Asor Rosa prima di concedere questa intervista?

La legittimità , anche quella culturale, in una democrazia la danno i cittadini. Il Popolo.

E quando si offende un partito, che per consensi è il terzo in Italia, si offendono milioni di persone a cui, secondo le parole del professorone comunista, non si riconosce legittimità  politica e culturale.

Quanta tracotanza e boria racchiudono queste dichiarazioni!

Quale immane assenza di rispetto nei confronti delle regole democratiche, “s´annusa ” tra le pieghe di queste deliranti affermazioni!

Ma andiamo avanti, che il signor Asor Rosa il meglio deve ancora darlo.

Si legga di seguito:

Dico questo indipendentemente dalla marcia su Roma e Mussolini, non m´interessa rivangare il rapporto tra i giovani squadristi del ‘22 e i giovani di An“.

Il “rapporto tra i giovani squadristi del ‘22 e i giovani di An”?

Ma costui si droga?

Quale rapporto può avere un giovane ventenne di An, con gente che avendo fatto la Marcia su Roma nel 1922, è ampiamente morta da decenni.

Allude ad una contiguità  politica?

I giovani di An, che leggono e studiano Montesquieu e de Tocqueville, hanno contiguità  ideologica con gli squadristi del ‘22?

Io ho sensazione, che il noto antisemita Alberto Asor Rosa abbia un po´ le idee confuse.

Forse pensa alle simpatie per le dittature stragiste e sanguinarie che hanno i giovani comunisti.

Forse il comunista Asor Rosa fa una proiezione: attribuisce simpatie per regimi illiberali ai giovani di Alleanza Nazionale, perché le simpatie per le dittature le ha lui.

Lui s´eccita e si commuove per Fidel Castro.

Per il regime sanguinario di tortura e di soppressione delle libertà  individuali, che il dittatore cubano ha creato.

O forse, e più banalmente, Asor Rosa ha confuso lucciole per lanterne (o cazzi per cazzuole, se vi suona meglio).

D´altronde ad una certa età , bisogna smetterla di prendersi le sbronze!

Soprattutto se dopo si rilascia un´intervista 😉

° 

11 Responses to "Comunisti da barzelletta e da pernacchie: Alberto Asor Rosa"

  • Giggimassi says:
  • Giulio says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Giulio says:
  • camelot says:
Leave a Comment