Paolo Cento vuole depenalizzare le okkupazioni

Priorità : la vita è fatta di priorità , si sa.° 

Priorità : la politica è fatta di priorità .

Dice: l´Italia a causa di Berlusconi ha le pezze al culo (e infatti i conti pubblici vanno da Dio, e l´economia cresce più del previsto, il Pil aumenta dell´1,5%).

E quindi, stante la crisi economica prodotta da quel magnaccio del Berlusconi, noi governo di sinistra che facciamo? Di cosa ci occupiamo?

Verrebbe da rispondere: solo di economia!

E infatti da qualche mese a questa parte, la priorità  per il Paese sembra essere solo una: depenalizzare tutti i reati possibili e immaginabili.

Prima si vara l´indulto, con il quale è uscito di galera quasi ogni tipo di criminale. Stupratori inclusi. Potenziali terroristi islamisti inclusi.

Poi si decide che prima o poi si varerà  anche un´amnistia (l´ha dichiarato Francesco Caruso: lui e gli amici suoi ne hanno bisogno, chè altrimenti dal “gabbio” non li salva nessuno!).

E adesso arriva anche il mitico Paolo Cento. Sottosegretario all´Economia. L´incrocio tra Lella Fabrizi e Maurizio Costanzo. L´uomo che non ha ancora capito quando sia necessario usare il congiuntivo, e quando il condizionale.

Dichiara soddisfatto che:

Occorre togliere ogni rilevanza penale a forme, anche radicali, di agitazioni“.

In sostanza si deve modificare l´articolo 340 del codice penale, quello che parla di “interruzione di un ufficio o pubblico servizio”.

La mia l´ho detta. Vediamo, ora, cosa ne pensano della proposta alcuni suoi colleghi di maggioranza.

Daniele Capezzone della Rosa nel Pugno:

La proposta mi ricorda il vecchio tormentone un, due, tre, casino. Si rischia di determinare un incasinamento ancora più strutturale della già  disastrata situazione scolastica italiana“.

Peppino Caldarola dei Ds:

Perché Cento non si limita a fare il sottosegretario? (me lo chiedo anche io, ndr). E´ buffo che la proposta provenga da un membro del governo. Non si può essere d´accordo. Chi occupa interrompe un pubblico servizio e deve assumersi le proprie responsabilità , come noi nel ‘68“.

In ultimo: ma è coerente governare un paese occupandosi quasi esclusivamente di depenalizzazione di reati (indulto e amnistia prossima ventura), quando si è rotto gli zebedei per cinque anni con la storiella che Berlusconi si limitava a governare l‘Italia, usando il Parlamento solo per farlo legiferare sulla depenalizzazione dei presunti reati da lui compiuti?

E´ coerente?

E soprattutto: ma gli italiani se ne rendono conto?

Chissà : io ho molti dubbi al riguardo!

° 

14 Responses to "Paolo Cento vuole depenalizzare le okkupazioni"

  • Sgembo says:
  • Zia Concetta says:
  • Giulio says:
  • Santa says:
  • Giulio says:
  • Giggimassi says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Giulio says:
Leave a Comment