I libri di scuola al tempo dell´Unione

Giusto per avere un´idea minima di cosa voglia dire “parzialità “. E di come si possa fare il lavaggio del cervello. Meglio se a dei giovanissimi.° 

Titolo: Nuova Storia, Volume III.

Autore: Enrico Stumpo

Casa editrice: Le Monnier.

Il governo dell´Ulivo si impegnò in un´ampia azione svolta alla riforma del debito pubblico e a quello del sistema pensionistico, mentre proseguiva la privatizzazione delle imprese pubbliche. L´azione di risanamento del bilancio dello Stato era infatti necessaria per mantenere il ruolo dell´Italia nell´Unione europea, in vista dell´introduzione della moneta unica, l´euro. Grazie ai nuovi sacrifici e ad alcune imposte straordinarie, l´Italia poté così raggiungere i parametri fissati dall´Unione europea e partecipare all´adozione della moneta unica“.

Andiamo avanti.

Titolo: Corso di Storia, terzo volume.

Autori: Prosperi – Viola.

Casa editrice: Einaudi.

A destra emergeva una formazione priva di radici storiche, creata di sana pianta da Silvio Berlusconi, proprietario del monopolio della televisione privata. Berlusconi era stato molto vicino a Craxi, e non era quindi estraneo al vecchio sistema di potere, grazie al quale anzi aveva costruito la propria ascesa. Il suo partito, Forza Italia, era totalmente nuovo, pensato sul modello di un´azienda, con una struttura che vedeva premiata la propria efficacia con il conseguimento di un obiettivo immediato: il successo elettorale. Il suo partito, Forza Italia non era, come i partiti tradizionali, una macchina pesante, finalizzata al consolidamento del consenso e all´inserimento di masse sempre più ampie nella struttura politica: era invece un´organizzazione leggera, interamente fondata sullo strumento pubblicitario“.

Secondo voi, un ragazzo del liceo, leggendo queste cose, chi premierà  mai con il proprio voto: l´Unione o la Casa delle Libertà ?

E come mai si cita Craxi come sponsor di Berlusconi, e non si fa riferimento a De Mita, che volle Prodi alla Presidenza dell´Iri? 😉

° 

10 Responses to "I libri di scuola al tempo dell´Unione"

  • etienne64 says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Lameduck says:
  • ppork says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • etienne64 says:
  • camelot says:
Leave a Comment