La foresta amazzonica brucia. E inquina

E´ sempre stata considerata il polmone del pianeta.° 

E invece oggi, a quanto pare, c´è chi sostiene che l´Amazzonia non lo sia più.

Questo a causa dei continui incendi (per lo più dolosi), che avrebbero trasformato la sua foresta, in un “distributore” di anidride carbonica. Talmente inquinante, da eguagliare le emissioni dell´Italia e del Canada messi assieme.

Lo sostengono i ricercatori dell´Impe: l´Inventario brasiliano delle emissioni di gas dell´effetto serra.

Carlos Nobre, meteorologo dell´Impe, afferma:

In realtà  finora il Brasile non era considerato un inquinatore, anzi, si considerava l´Amazzonia il polmone del mondo, semplicemente perché si prendevano in esame solo le emissioni di industrie e veicoli. Ma da quando abbiamo cominciato a studiare anche gli incendi, in gran parte dolosi, ci siamo resi conto che producono una quantità  assurda di inquinamento atmosferico“.

Mentre Marcos Daisuke Oyama, dell´Istituto brasiliano di ricerche spaziali, afferma che:

Se lo sviluppo sostenibile e le politiche di conservazione ambientale non saranno in grado di contenere il crescente degrado dell´area amazzonica, i cambiamenti climatici potranno spingere il sistema vegetale-climatico amazzonico verso un nuovo stato di equilibrio, più secco di quello attuale, e addirittura desertico in determinate aree“.

Tutto ciò, sempre che si creda al cosiddetto “effetto serra”.

° 

2 Responses to "La foresta amazzonica brucia. E inquina"

  • etienne64 says:
  • camelot says:
Leave a Comment