Fini non si piega alla retorica contro l´Islam

Gianfranco Fini foto

Qualche giorno fa, a Roma, alcuni dirigenti di Alleanza Nazionale hanno organizzato la proiezione di un film.° 

Il cui titolo è “Il mercante di pietre”. Del regista Renzo Martinelli.

Ora, io il film non l´ho visto.

Ma da quello che però leggo e sento in giro, dovrebbe trattarsi di una pellicola fortemente “fallaciana”.

Condita, quindi, di un certo astio aprioristico nei confronti dell´Islam.

Bene, alla fine della proiezione cui era stato invitato anche Gianfranco Fini,° lo stesso° in questo modo ha commentato la pellicola:

Propaganda becera“.

Non so quanto potrei condividere questo giudizio qualora vedessi il film, so solo che però Fini, grazie a questa valutazione, ha ottenuto il ringraziamento della comunità  islamica italiana.

Addirittura i membri della Islamic Anti-Defamation League, così hanno risposto, candidando Fini al premio della Mezza Luna d‘Oro:

I Membri della Iadl hanno avanzato l´ipotesi di premiare per questo gesto responsabile ed antirazzista il presidente di An“.

Invece Ali Schuetz, della comunità  islamica milanese:

La destra seria non è caduta nella trappola accattivante della teoria secondo la quale tutti i terroristi sono musulmani“.

Mentre Hamza Piccardo, dell´Ucoii:

E´ la reazione di chi non ha intenzione di speculare sullo scontro di civiltà “.

Invece, e aggiungo io ovviamente, a Gasparri il film è piaciuto parecchio.

A buon intenditor! 😉

° 

6 Responses to "Fini non si piega alla retorica contro l´Islam"

Leave a Comment