Ieri a L´Infedele è andato in onda il funerale del governo Prodi

Romano Prodi foto

Dunque, con buona pace di alcuni lettori di questo blog, che sostengono che qui (come altrove) si chieda la fine del governo Prodi senza fornire argomentazioni (come se diecine di post sulle orrende misure contenute nella Finanziaria, non siano argomenti!), ieri si è assistito ad una celebrazione della “morte politica” del governo Prodi. Che prendeva spunto dalle stesse critiche e dagli stessi rilievi che qui, come altrove, sono stati sollevati all´indirizzo di Prodi.° ° 

Tutto ciò si è visto a L´Infedele, la trasmissione condotta da Gad Lerner. Il più prodiano dei prodiani!

Ad eccezione di Adolfo Urso di An, erano presenti in studio o in collegamento video, quasi esclusivamente persone di centrosinistra.

Cacciari, Franceschini e Penati. Cui va aggiunto anche un intelligentissimo Amadori. Esponente di “Giustizia e Libertà “, nonché per professione studioso ed elaboratore di sondaggi. E il giornalista Curzio Maltese, di Repubblica.

Ebbene, in quella trasmissione che certo non può essere tacciata di essere antiprodiana, si è recitato un de profundis per Prodi.

Un de profundis che proprio dalla Finanziaria traeva ispirazione.

Ad eccezione di Dario Franceschini della Margherita, il cui compito politico l´obbligava ad una “difesa d´ufficio” della Finanziaria, nessuno dei politici ospiti della trasmissione di Lerner, è riuscito a fare a meno di attaccare la stessa.

Considerata, traduco io in maniera più brutale e franca, immonda e ingiustificabile.

Massimo Cacciari e Nicola Pionati, avanguardia del futuro Partito Democratico, hanno avuto modo di rilevare, quanto questa Finanziaria sia antistorica e ingiustamente vessatoria per il ceto produttivo. Soprattutto per quello piccolo o piccolissimo: artigiani e commercianti.

Entrambi sostenevano l´assoluta miopia di un centrosinistra che non è in grado di analizzare le evoluzioni socioeconomiche, intervenute nel lombardo veneto.

Dove anche persone che vent´anni fa lavoravano come operai in fabbrica, ora hanno creato una propria attività  imprenditoriale.

Si lamentava inoltre l´assoluta assenza di politiche strutturali e riformiste.

La Finanziaria non è la voce di una sinistra social liberale o liberal socialista che dir si voglia, è la Finanziaria di una sinistra massimalista, che ancora fa sponda sull´invidia sociale e sull´odio di classe, e che in più mostra di essere solo una sinistra di “burocrati”.

Il rilievo non a caso migliore, a mio modesto avviso, proveniva proprio dall´esponente di Giustizia e Libertà , tale Amadori.

Il quale ha giudicato la Finanziaria assolutamente priva di logica e di comprensibilità .

E soprattutto ha detto che la stessa sembrava fatta da una sinistra capace solo di guardare agli aspetti contabili.

Una sinistra priva di cuore e di valori. Di idee e di progetti.

Una sinistra noiosa e burocratica, che ha affidato ad un tecnocrate (considerato dal Financial Times il peggiore Ministro economico d´Europa, proprio per questa Finanziaria) il compito di risolvere problemi contabili, che invece andavano affrontati con una strategia politica.

Strategia che manca totalmente.

Non a caso Amadori ha evidenziato come tutte le analisi demoscopiche, tutte senza distinzione, siano in accordo nel definire il fortissimo calo di consensi al governo Prodi.

Così come ha segnalato, che i 2/3 degli intervistati, non solo siano scontenti dell´operato di questo governo, ma siano finanche convinti che dalla Finanziaria deriverà  loro un pregiudizio economico.

E la ragione del perché li si costringa a questo sacrificio, è ignoto ai più.

Una sinistra che aumenti le tasse, che non mantenga le promesse fatte in campagna elettorale, e che obblighi al sacrificio economico, non ha vita lunga.

Questo si è ascoltato ieri, in quel consesso di prodiani.

Con la previsione dell´Amadori, che ha sostenuto che se l´Unione continua così, il centrodestra governerà  questo Paese per i prossimi quindici anni.

Ciò è stato detto a L´Infedele, non su questo blog!

Con buona pace di quanti, ritengano infondata la richiesta di far cadere il governo Prodi!

° 

9 Responses to "Ieri a L´Infedele è andato in onda il funerale del governo Prodi"

  • skeno says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • prefe says:
  • skeno says:
  • Kaelidan says:
  • prefe says:
  • prefe says:
  • camelot says:
Leave a Comment