L´Unione regala un po´ di soldini al senatore Perrin. Garantendosi la sua fedeltà 

Carlo Perrin foto

La notizia l´hanno data Libero e il Corriere della Sera.° 

Dunque, ieri la Commissione Affari Costituzionali della Camera, ha discusso una proposta di legge avanzata da tutti i capigruppo dell´Unione.

Obbiettivo della leggina in questione, è quello di prorogare i termini di presentazione delle richieste di rimborso elettorale per i partiti.

Ci si chiederà : ma perché, non c´è già  una legge che disciplini la cosa?

Certo che c´è!

Il problema è che però il senatore Carlo Perrin (e il suo collega di partito alla Camera, Nicco Roberto Rolando) s´è dimenticato di presentare la richiesta di rimborso, entro i termini attualmente previsti dalla legge.

In base alla quale, le suddette richieste devono essere avanzate entro dieci giorni dalla presentazione delle liste elettorali.

Scaduti i quali, ciccia! Ci si deve “appendere”!

Il problema, però, è che l´Unione al Senato si regge in piedi, grazie ad un equilibrio altamente precario.

Sicchè “fare un favore” all´amico, esponente dell´Autonomie Libertè Democratie, eletto in Val d´Aosta e sostenitore del centrosinistra, può far comodo.

Non si sa mai nella vita!

E così la leggina, provvidenzialmente porterà  il Perrin ad intascare 160 mila euro (per non considerare i 42 milioni stanziati con la Finanziaria, per gli italiani all‘estero e con i quali si è comprato il voto di Pallaro).

Cosa divertente, ammesso che si possa ridere per una cosa abbastanza squallidotta come questa, è che alcuni capigruppo che hanno sottoscritto e presentato la legge in questione, nemmeno se lo ricordano.

Dario Franceschini, della Margherita:

L´ho firmata, ricordo, ma non so nulla, chiedete a Bressa“.

Il giornalista del Corriere, Marco Galluzzo, chiede informazioni a Bressa:

So tutto, non avevano il diritto, si colma un buco nella normativa“.

E quando il giornalista gli fa presente che non c´è alcun “buco”, perché una legge già  c´è, il Bressa replica:

Allora ricordo male, non so nulla“.

‘Sti cazzi!

Quando si dice: “La serietà  al governo”! 😉

° 

12 Responses to "L´Unione regala un po´ di soldini al senatore Perrin. Garantendosi la sua fedeltà "

  • camelot says:
  • Velvet says:
  • camelot says:
  • RiGiTaN's says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • RiGiTaN's says:
  • camelot says:
  • camelot says:
Leave a Comment