Apprezzabili le parole di Bertinotti sulle vittime di Nassiriya

Fausto Bertinotti foto

Sembrano proprio le parole di una persona democratica, quelle che ha pronunciato Fausto Bertinotti per ricordare le vittime di Nassiriya:° 

In quest’aula come nel Paese ci si è divisi sui conflitti in Iraq e persino sul giudizio sulla loro natura. Ma oggi, qui come in altre occasioni, l’assemblea si ritrova unita nel lutto e nella commemorazione degli italiani caduti a Nassiriya. Il 12 novembre di 3 anni fa, 19 nostri concittadini, 12 appartenenti all’arma dei Carabinieri, 5 militari dell’esercito e due civili, hanno perso la vita uccisi nel tragico attentato di Nassiriya. Si è trattato di una tragedia umana e nazionale, che ha scosso il Paese. Ricordiamo il senso di incredulità  e di sgomento che ha attraversato l’Italia. Ricordiamo soprattutto il dolore dei familiari delle vittime che ne ha travolto drammaticamente le esistenze e che pure si è manifestato con una compostezza e una sobrietà  straordinarie, che resteranno impresse nella memoria collettiva del Paese. Un Paese che si è unito in lutto, espressione di un’intera comunità “.

Da quelle vittime viene il monito forte e severo ad operare contro ogni forma di violenza e per la pace, a costruire una convivenza civile in cui le ragioni del dialogo prevalgano su quelle dell’odio, nel solco dei grandi valori di democrazia, solidarietà  e libertà , custoditi dalla nostra Costituzione repubblicana“.

Ecco, io direi che sono rilevanti queste parole, soprattutto quando Bertinotti dice: “contro ogni forma di violenza e per la pace, a costruire una convivenza civile in cui le ragioni del dialogo prevalgano su quelle dell’odio, nel solco dei grandi valori di democrazia, solidarietà  e libertà , custoditi dalla nostra Costituzione repubblicana”.

Auspico, quindi, che dopo aver pronunciato questo discorso, Bertinotti mostri la propria coerenza denunciando tutti quegli estremisti di sinistra, che ancor oggi “operano” attraverso l´odio e attraverso la violenza, come anche di recente s´è visto!

Così come auspico che Bertinotti si dia da fare, per sollecitare l´ex Br Roberto Del Bello, attuale segretario particolare del sottosegretario agli Interni Francesco Bonato, a dimettersi dal suo incarico.

E´ assurdo che Bertinotti parli di dialogo e di pace, quando il suo partito, invece, ha “piazzato” al Ministero degli Interni un uomo, che dell´odio e della violenza ha fatto una ragione di vita, quando era Brigatista Rosso.

La democrazia è cosa seria, e richiede coerenza tra ciò che si dice e ciò che si fa!

° 

14 Responses to "Apprezzabili le parole di Bertinotti sulle vittime di Nassiriya"

  • camelot says:
  • PhyStyle says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Kaelidan says:
  • camelot says:
  • prefe says:
  • camelot says:
  • Kaelidan says:
  • camelot says:
Leave a Comment