Pansa costretto all´autocensura per evitare altra violenza

Gianpaolo Pansa foto

La situazione è questa.° 

Martedì prossimo, Gianpaolo Pansa avrebbe dovuto partecipare ad un incontro, a Crema, per una nuova presentazione del suo libro: “La grande bugia”.

Tuttavia, dopo aver saputo che quello stesso giorno, nella medesima località  si sarebbe tenuto un incontro realizzato da “L´altra Lombardia – Su la testa” (che è un´associazione “antifascista democratica d’ispirazione marxista“), dal titolo emblematico “crimini fascisti e Resistenza“, cui è stato invitato a dibattere Giorgio Bocca, Pansa ha ritenuto opportuno disdire il suo incontro.

Essendo già  stato consigliato dalla Digos a evitare di “recarsi” a Piacenza (cosa che ha dovuto fare), dopo le violente contestazioni a Reggio Emilia e quelle pacifiche a Bassano del Grappa, il giornalista di sinistra ha preferito evitare di mettere altra carne sul fuoco.

Ecco cos´ha dichiarato:

Non voglio essere occasione di scontri, né qui né in qualsiasi altra città “.

La cosa grottesca di questa vicenda, e che l´associazione “L´altra Lombardia”, abbia dichiarato di aver organizzato l´incontro con Giorgio Bocca, prima di venire a sapere della presenza di Pansa, quello stesso giorno a Crema.

Cosa non vera!

A tal punto, che l´associazione, così ha commentato la decisione di Pansa:

rinuncia a venire a Crema, importante successo politico degli antifascisti. Il revisionismo storico non passa“.

Per chi non avesse capito: Pansa ha dovuto disdire l´incontro, per evitare problemi di ordine pubblico. Non per pavidità .

E io, poi, faccio male a parlare di puzza di Regime?

Stiamo attenti a questi intolleranti.

Stiamo soprattutto attenti a questa arroganza.

Il problema è che c´è un clima di impunità  “per alcuni”.

E questi “alcuni” sono ascrivibili solo al mondo della sinistra extraparlamentare.

Cui è concesso di violare quelle regole democratiche, che a noi tutti viene imposto di rispettare.

Attenti!

Il clima di intimidazione non è accettabile!

° 

20 Responses to "Pansa costretto all´autocensura per evitare altra violenza"

  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Beren says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
Leave a Comment