La Finanziaria, anche con le modifiche, continua a penalizzare gli operai single

Poche cose certe, un cittadino qualsiasi potrebbe aspettarsi da un governo di centrosinistra, soprattutto se al suo interno vi siano ben due partiti comunisti.° 

Tra queste, una in particolare: una politica di maggiore attenzione al reddito degli operai.

D´altra parte Fausto Bertinotti, quando è divenuto Presidente della Camera, ad essi ha dedicato la propria elezione.

Tutto questo ci si potrebbe aspettare da un governo di centrosinistra, qualora si vivesse sul “paese delle nuvole”. Qualora si ragionasse con i luoghi comuni.

Qualora insomma si fosse degli emeriti imbecilli!

Come d´altra parte mi ha confermato il mio amico Sgembo, in “fabbrica” oramai nessuno si fa più infinocchiare dai comunisti o dalla sinistra.

E infatti lì, in maggioranza, si vota per Forza Italia!

Facciamo però che qui si continui a ragionare con i luoghi comuni, quelli infondati per cui la sinistra “sostiene” gli operai e i loro redditi.

Facciamo finta, quindi, di essere degli imbecilli. E poniamoci una domanda.

Ma come diamine è possibile che questa Finanziaria, nonostante le correzioni, penalizzi gli “operai single”, facendogli un´elemosina di 3,63 euro al mese?

Siccome qualcuno potrebbe pensare che qui si vaneggi, e si riporti cifre o fatti infondati (anche se di ciò, il sottoscritto ha già  parlato in più di una circostanza, riportando le denuncie del sindacato Uilm), si proceda allora a fornire numeri. E a dar voce ai sindacalisti che di questo si lamentano.

Ora, poiché la prima “bozza” di Finanziaria (anche se di bozze ne sono state presentate diecine!), non si mostrava particolarmente “equa” nei confronti degli operai, è stato presentato un emendamento alla stessa, che nelle intenzioni avrebbe dovuto apportare dei correttivi, più in generale per ogni percettore di redditi medio-bassi.

Ma l´emendamento in questione, a quanto dichiara la Uilm, ha “cambiato molto poco. E quel poco, lo ha modificato introducendo quello che già  si sapeva sarebbe arrivato, cioè gli assegni familiari“.

In sostanza, Luca Colonna che della Uilm è segretario nazionale, ha utilizzato le informazioni contenute nell´emendamento (in termini di correttivi alla Finanziaria), per elaborare, come già  avvenuto nei mesi scorsi, un´ennesima proiezione.

Per verificare gli effetti che la Finanziaria produrrà  sui redditi medio-bassi.

E anche in questo caso, i risultati ad esempio per un operaio single, urlano vendetta!

Ad esempio, un lavoratore dipendente con un reddito annuo di 20.000 euro (che è la retribuzione tipica di un metalmeccanico), con la Finanziaria 2007 avrà  un vantaggio di 107 euro annui.

Cui però vanno detratti i 60 euro di aumento dei contributi sociali. Ne rimangono 47 annui.

Che spalmati sulle mensilità  lavorative, fanno la “bellezza” di 3,63 euro al mese.

Va aggiunto, come dice Colonna:

Senza poi contare eventuali altri aggravi. Basta ad esempio che il lavoratore abbia una autovettura euro zero“.

Ma le analisi quantitative della Uilm non si fermano qui.

Ad esempio con una retribuzione annua di 17 mila euro, e senza avere figli, il sindacato dei metalmeccanici calcola che per i lavoratori il vantaggio mensile sarà  di 5 euro.

Mentre con 23 mila euro di guadagno annuo, addirittura il risparmio previsto dalla Finanziaria del centrosinistra, si riduce ad 1,67 euro mensili.

Non solo.

Perché anche la storiella dei “carichi familiari” è truffaldina.

Innanzitutto perché le detrazioni per i figli a carico, si ha diritto ad averle fin quando i figli abbiano 18 anni.

E poi, è sufficiente che un figlio oppure il coniuge abbia un contratto a termine, diciamo di tre mesi, perché gli stessi benefici previsti dalla Finanziaria per i redditi medio-bassi, vadano a farsi benedire.

Insomma questa Finanziaria che scontenta tutti, ha un tratto particolarmente odioso.

Nonostante sia approntata da una coalizione di centrosinistra (che in base ai luoghi comuni dovrebbe aiutare i meno abbienti), si rivela invece essere punitiva anche nei confronti di quanti abbiano un reddito basso.

In particolar modo se single.

Salvo non si voglia dire, che 1,63 euro al mese in più (e senza contare le addizionali Irpef e i rincari Ici, che sono certi) consentano ad una persona di raggiungere un livello di benessere soddisfacente!

Noi vi avevamo avvisati!

° 

5 Responses to "La Finanziaria, anche con le modifiche, continua a penalizzare gli operai single"

  • prefe says:
  • Sgembo says:
  • camelot says:
  • renza says:
  • camelot says:
Leave a Comment