Diliberto, il dolce bambino che scende dalle stelle

Oliviero Diliberto foto

Poveretto Diliberto. Negli ultimi due giorni lo attacca chiunque.° 

Poveretto Diliberto. Ha il broncio lui. E´ buono lui.

Certo, se gli fosse possibile entrerebbe imbottito di tritolo nella discoteca di Briatore.

Lo ha detto lui. Ma scherzava.

Perché è buono lui. Figurarsi: non farebbe del male nemmeno ad una mosca.

Intervistato da Repubblica e parlando dei NaziComunisti che hanno assediato Roma, infatti ha dichiarato:

Fossero stati militanti del mio partito li avrei piegati dalle botte. “Corcati” si dice a Roma“.

Poveretto Diliberto. Gli tocca anche dimostrare di essere democratico.

Anche se non gli hanno ancora spiegato cosa voglia dire. Pensa significhi “picchiare i cattivi”.

Poveretto Diliberto. Ha il broncio lui. E´ buono lui.

E quando il giornalista gli fa notare che era certo che la manifestazione andasse a finire com´è andata, lui proprio non riesce a mentire e confessa:

Lo sapevo anch’io. Mi ero detto: ci sono cinquanta probabilità  su cento che esploda l’imbecillità  di quattro disperati. Imbecilli. Delinquenti, sono dei delinquenti“.

E allora, amico caro, se ci sei andato alla manifestazione – pur sapendo in anticipo come sarebbe andata a finire – un po´ disperato, un po´ imbecille e un po´ delinquente lo sei anche tu.

O no? 😉

Ipocrita e paraculo!

° 

11 Responses to "Diliberto, il dolce bambino che scende dalle stelle"

  • laura says:
  • camelot says:
  • prefe says:
  • camelot says:
  • laura says:
  • ilaria says:
  • laura says:
  • laura says:
  • camelot says:
  • ilaria says:
Leave a Comment