Il Presidente Napolitano sta davvero esagerando

Giorgio Napolitano foto

Cercherò di essere particolarmente cauto e moderato, perché non ho affatto intenzione di andare a finire al gabbio per vilipendio al Capo dello Stato.° 

Però Giorgio Napolitano continua a compiere atti parecchio scorretti, e dei quali dovrebbe rispondere. E rispetto ai quali l´opposizione dovrebbe indignarsi.

La stessa però tace. Lascia correre.

Probabilmente per ragioni tattiche o di bassa strategia.

E lo stesso fa la stampa di destra. Che invece dovrebbe rispondere a muso duro.

Veniamo al dunque.

Ieri Napolitano era a Napoli. In visita alla città .

Di ciò ci dà  puntuale rendicontazione il Corriere della Sera di oggi. A pagina 2.

Le dichiarazioni che Giorgio Napolitano ha rilasciato alla stampa colà , sono l´ulteriore prova del fatto che lo stesso non voglia attenersi alle funzioni che la Costituzione gli attribuisce.

Arbitro imparziale tra le parti.

Al di sopra delle parti, il Presidente della Repubblica dovrebbe – e il condizionale, mai come in questo caso preciso è d´obbligo – essere completamente al di fuori dei giochi politici.

Non dovrebbe “tifare” per alcuno.

Non dovrebbe interferire con la linea politica di un governo.

Dovrebbe esternare poco e su questioni di carattere generale (mai su questioni particolari).

Dovrebbe essere il garante della Costituzione e dell´Unità  del Paese.

Dovrebbe – questa è la consuetudine – riconsegnare la tessera del partito di appartenenza (Napolitano pare non l´abbia fatto ancora).

Insomma dovrebbe rappresentare tutti gli italiani.

Ieri, invece, e ancora una volta, è intervenuto a “gamba tesa”.

A difesa della Iervolino e di Bassolino. Attaccando la stampa.

E in più facendosi “sponsor” dell´attuale governo.

E ciò è inammissibile!

Innanzitutto s´è messo ad elogiare l´esecutivo Prodi, cosa che non potrebbe fare.

Ha detto che lo stesso ha preso a cuore il “caso Napoli”.

Che molti ministri se ne stanno occupando. Che Amato verrà  in città  a verificare i progressi che si fanno, ogni mese.

Napolitano ha dichiarato:

Qualcosa si è mosso“.

E poi:

Non vi sto facendo un elogio del governo. Giudicherete voi, da futuri elettori, se gli impegni che ha assunto saranno mantenuti“.

Peccato però che del rispetto di questi impegni, a parte la popolazione napoletana e campana, nessuno verrà  mai a conoscenza.

I milioni di italiani non campani, che sono la maggioranza degli italiani evidentemente, possono apprendere della condizione di Napoli e della Campania solo attraverso i media.

Ed ecco allora l´esternazione più deprecabile di Giorgio Napolitano:

Giornali e tv parlano poco di cosa le istituzioni e i cittadini partenopei fanno di positivo“.

Quando poi arriva un´ondata di violenza e degrado, c´è il rischio che sommerga tutto il resto nell´immagine che di Napoli ha il Paese“.

Ci sentiamo colpiti da questa rappresentazione unilaterale e tendenziosa sull´operato dell´amministrazione e della cittadinanza, perché c´è una ricchezza straordinaria di iniziative e progetti. Ma dobbiamo stringere i denti e ingoiare i bocconi amari“.

Ecco il punto maggiormente scorretto dell´intervento di Napolitano.

Ogni mia ulteriore valutazione potrebbe anche essere superflua.

Però qualche parolina voglio dirla.

Accusare i media di una “rappresentazione unilaterale e tendenziosa sull´operato dell´amministrazione” è un atto di una gravità  sconcertante.

Innanzitutto perché dà  l´impressione che se Napoli è violenta, degradata e ignobilmente male amministrata, ciò dipenda solo da una “rappresentazione unilaterale e tendenziosa” fatta dai media.

In secondo luogo, questa dichiarazione è mostruosa perché evidenzia una difesa sic et sempliciter della Iervolino, e della sua amministrazione.

Cosa che il Capo dello Stato non può fare.

Il Presidente della Repubblica con questa dichiarazione, sembra che abbia voluto dire: “Qualsiasi rappresentazione sull´operato dell´amministrazione comunale di Napoli, che non evidenzi aspetti positivi e di grande impegno profuso, è falsa. E´ tendenziosa. Perché in realtà  la Iervolino opera molto bene, e sono i media a sbagliare: perché osano dire che il degrado in cui Napoli versa, sia in qualche modo riconducibile all´operato della Iervolino, e prima ancora a quello di Bassolino”.

Può un Capo dello Stato accusare i media di tendenziosità ?

Può mai il Capo dello Stato difendere, entrando nell´agone politico, un Sindaco e un Presidente di Regione, che per di più sono della sua parte politica?

Assolutamente no!

Eppure Giorgio Napolitano l´ha fatto.

E le sue parole, ovviamente, saranno lette da milioni di italiani (non campani), che saranno magari indotti a ritenere che i media abbiano dato una “rappresentazione tendenziosa sull´operato” della Iervolino e di Bassolino.

In questo modo Napolitano ha voluto anche salvare il futuro politico dei due esponenti del centrosinistra.

Come si può non accusare il Capo dello Stato di scorrettezza?

Come si può tacere?

E soprattutto: come si può consentire che Napolitano faccia cose del genere?

° 

15 Responses to "Il Presidente Napolitano sta davvero esagerando"

  • paolo77 says:
  • simo says:
  • simo says:
  • Renza says:
  • Pignolo says:
  • Gigi Massi says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
Leave a Comment