L´Unione divisa anche sugli spinelli

Livia Turco foto

L´Unione non brilla certo per coesione.° 

Né per politiche omogenee.

Ad oggi, di politiche davvero di sinistra se ne sono viste (e meno male!) davvero poche.

Certo non è di sinistra stanziare 12 miliardi di euro in Finanziaria per le spese militari (portando le spese militari al massimo storico da quando esiste la Repubblica).

Certo non è di sinistra portare nostri militari a far guerra in Libano.

Certo non è di sinistra discriminare gli operai single. Regalando loro solo 3,63 euro mensili di sgravio fiscale.

Certo non è di sinistra fare tagli da macelleria sociale nella scuola e nell´Università .

Certo non è di sinistra tagliare i trasferimenti agli enti locali.

E di cose non di sinistra, fatte dall´esecutivo Prodi, se ne potrebbero raccontare ancora molte altre.

Più facile, invece, è dire cosa di sinistra abbia fatto l´Unione sin qui.

Sicuramente è di sinistra l´indulto. Improntato al peggiore “perdonismo”.

Sicuramente è di sinistra l´aumento delle tasse.

Sicuramente di sinistra è poi l´intenzione (espressa con un decreto di Livia Turco) di aumentare la quantità  di spinelli, che i giovani possono detenere senza correre il rischio di finire al gabbio (io il ddl Fini non lo condivido affatto!).

Senonchè nemmeno su quest´ultima iniziativa, come s´è detto sicuramente di sinistra, l´Unione è d´accordo.

Infatti ieri, in commissione Sanità  al Senato è successo il patatrac.

I Ds, la Margherita e la Cdl hanno votato assieme un ordine del giorno, che impegna il governo a riesaminare il decreto.

Ed è successo il finimondo.

Anna Finocchiaro, capogruppo dell´Ulivo al Senato:

è un’iniziativa fuori luogo, non rispecchia la decisione dell’Ulivo che mai si era riunita su questo tema. La presidenza non era stata informata“.

La cosa singolare, poi, è che ad attaccare la decisione della Turco di raddoppiare gli spinelli, siano stati tanti esponenti del suo stesso partito, i Ds.

Tra essi c´è anche la moglie di Fassino, Anna Serafini. Che si narra abbia motivi di acrimonia personale verso la Turco.

Le due non si sopportano. Le due si odiano.

Ecco le parole furbette della Serafini, atte a giustificarsi:

Un voto in piena sintonia con ciò che Livia Turco ha sostenuto nelle ultime settimane“.

La cosa ancora più spassosa è che l´esercito “proibizionista” sia guidato da un personaggio della Margherita, che da mesi si segnala per le sue posizioni cattolicissime e conservatrici: Paola Binetti della Margherita.

E´ lei, che fa parte della corrente Teodem della Margherita – i Teodem hanno le stesse posizioni sui temi “eticamente sensibili” dei cosiddetti Teocon – ad aver organizzato questo sabotaggio.

Infatti è lei ad aver presentato l´ordine del giorno.

Che dire: godiamoci lo spettacolo. 😉

° 

30 Responses to "L´Unione divisa anche sugli spinelli"

  • ilaria says:
  • camelot says:
  • prefe says:
  • camelot says:
  • ilaria says:
  • stedeaz says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Goetz says:
  • ilaria says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • ilaria says:
  • camelot says:
  • GM says:
  • laura says:
  • stedeaz says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • stedeaz says:
  • camelot says:
  • stedeaz says:
  • camelot says:
  • laura says:
  • stedeaz says:
  • camelot says:
  • laura says:
Leave a Comment