Certa sinistra prova ribrezzo per il governo Prodi

Paolo Flores D'Arcais foto

Dunque, un interessante articolo di Fausto Carioti – apparso oggi su Libero – passa in rassegna le dichiarazioni di alcuni esponenti del mondo culturale della sinistra. E non solo.° ° 

Dichiarazioni che evidenziano l´insofferenza, che questo variegato mondo ha nei confronti del governo Prodi.

Qui si è di destra ed è ovvio che Prodi non ci piaccia.

Tuttavia saggiare il disgusto di chi ha votato Prodi e oggi se ne pente, serve a chiarire un po´ meglio a tutti, quanto questo governo sia pessimo.

Iniziamo con il filosofo comunista Gianni Vattimo:

Meglio davvero lasciare che Prodi cada al più presto. Se si va avanti ancora per qualche mese così – non dico tutta la legislatura – la sinistra “che avanza”, con i suoi restanti suffragi elettorali che magari potrebbero anche arrivare al quindici per cento, non avrà  più alcun peso parlamentare, (…) Meglio davvero lasciare che Prodi cada al più presto, e che si faccia un nuovo governo di centro“.

Ma che fa, Vattimo: copia il sottoscritto?

Andiamo avanti.

L´ex repubblichino Dario Fo:

Non c´è dubbio che in questi primi mesi di governo ci siano stati degli autentici disastri, dei gravi errori. L´indulto per esempio“.

Poi Marco Travaglio:

Personalmente, se avessi saputo che il primo atto del nuovo parlamento in materia di giustizia sarebbe stata la nomina di Mastella a ministro della Giustizia e il secondo l´indulto di tre anni per i reati commessi sino al 2 maggio 2006 (…) il 9 aprile non sarei andato a votare. Sarei andato a fare una rapina in banca e oggi mi godrei felicemente il bottino“.

Ivan Scalfarotto, uno dei candidati alle primarie dell´Unione:

Non credo di poter di nuovo votare un governo di questo genere, non credo di poter farlo semplicemente perché ho a cuore il mio Paese“.

Lidia Ravera, scrittrice:

Credevo che mandare a casa il governo Berlusconi mi avrebbe procurato un flash di beatitudine, che mi sarei sentita libera. Non è stato così“.

Paolo Flores D´Arcais, direttore di Micro Mega:

Dove abbiamo sbagliato? I partitocrati del centrosinistra stanno realizzando – ad abundantiam – proprio tutto ciò contro cui ci sentimmo obbligati a scendere in piazza quando erano all´opposizione“.

Inoltre, sempre ad avviso di Flores D´Arcais, occorre ribadire:

Esplicitamente, solennemente, collettivamente, che se i partiti di centrosinistra non daranno soddisfazione a quel “cahier de doléance” minimalista che sono le richieste stranote in fatto di conflitto d´interessi, giustizia, pluralismo televisivo eccetera, non li voteremo più. Anche a rischio che in questo modo vinca per una terza volta Silvio Berlusconi“.

Solo a noi del centrodestra fa schifo questo governo, vero? 😉

° 

14 Responses to "Certa sinistra prova ribrezzo per il governo Prodi"

  • capemaster says:
  • capemaster says:
  • RiGiTaN's says:
  • camelot says:
  • capemaster says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • pietro says:
  • pietro says:
Leave a Comment