L´Osservatore Romano attacca il governo Prodi sui Pacs

Sarà  soddisfatta Paola Binetti del responso dell´Osservatore Romano:° 

Natale del 2006: sradicare la famiglia è la priorità  della politica italiana“.

Si parla del primo mese del prossimo anno come il traguardo per una battaglia senza senso. A gennaio si affronterà , ha detto il Governo, la questione delle unioni di fatto. Neanche il buon gusto invece ha frenato quelli che, durante l’atto di omaggio del Santo Padre in occasione della ricorrenza dell’Immacolata Concezione, hanno voluto chiarire a tutti, con il loro spregevole volantinaggio, quale è la matrice ideologica che è dietro a certi progetti. Questo è il concetto di rispetto, di libertà , di progresso civile che questa gente ha di fronte a manifestazioni esclusivamente religiose“.

Con l’annuncio dell’impegno del Governo a produrre un disegno di legge sulle unioni civili si è ribadito nuovamente il carattere ipocrita di queste iniziative che mirano esclusivamente ad accreditare una forma alternativa di famiglia. Si continua a dire che a gennaio si parlerà  di diritti individuali e che la famiglia rimarrà  una sola, quella tradizionale, che nessuno vuole mettere in pericolo. Si tratta di menzogne“.

Non ha senso parlare di diritti individuali di persone alle quali è riconosciuto uno stato di «coppia» e ancora di più di diritti che hanno uno spiccato carattere pubblico, come quelli relativi ai temi previdenziali ed assistenziali” e se lo si fa, si mostra “oltre ad assai poco rispetto per la famiglia, anche un certo disprezzo per l’intelligenza degli uditori“.

Andrà  a finire così: l´Unione non avrà  la forza di approvare i Pacs, o anche solo modifiche al codice civile (per stabilire nuove modalità  per i rapporti successori, ad esempio). E il centrodestra sarà  “costretto” ad opporsi a qualsiasi iniziativa l´Unione voglia prendere su questa materia.

° 

2 Responses to "L´Osservatore Romano attacca il governo Prodi sui Pacs"

Leave a Comment